Canada, Paese estero 12 ottobre 2015

“Wedding Doll”, il fantasy romantico di Nitzan Gilady

– «Hagit (Moran Rosenblatt) is in love with love. Living with her mother, Sarah (Asi Levi), in a town in southern Israel’s Negev desert, the young woman spends her evenings painstakingly making bridal gowns out of leftover materials from the toilet paper factory where she works. Sarah worries about her daughter: while possessed of remarkable warmth and a great strength of character, Hagit is mildly mentally disabled and doesn’t know how to separate her romantic fantasies from her real life…»

– – – Dal Festival di Gerusalemme a quello di Toronto ed ora a Londra “Wedding Doll” (Chatona Meniyar), il film del regista israeliano di Nitzan Gilady con Moran Rosenblatt e Asi Levi (Best Actress prize al 2015 Jerusalem Film Festival), continua a destare interesse, curiosità ed apprezzamenti internazionali. Intervistati da Mariangiola Castrovilli nel corso del TIFF40, il regista e le due attrici protagoniste parlano della pellicola e del suo significato. Un fantasy romantico che, pur correndo sui temi legati all’amore diversamente provato e sentito, rimane fortemente agganciato alla quotidianità ritagliando personaggi indimenticabili in una città del deserto del Negev sullo sfondo di formidabili paesaggi e agli intrecci legati alla storia di una fabbrica di carta igienica dove i materiali di scarto vengono usati per fare abiti da sposa…