Medio Campidano (Sardegna) 06 febbraio 2015

Treno Automotrice FS ALn 668

Automotrice FS ALn 668, di passaggio in direzione Cagliari; in pratica un “autobus” che viaggia sulle rotaie, composto da due motori diesel aspirati,
con tanto di cambio meccanico a 5 marce, in viaggio si notano proprio le sonorità classiche dei vecchi pullman durante il cambio dei rapporti.
Spesso si vede passare anche solamente con un unica automotrice.

Da fonte Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Automotrice_FS_ALn_668
(vedi anche info su rete ferroviaria Sarda: http://it.wikipedia.org/wiki/Rete_ferroviaria_della_Sardegna)

Le automotrici ALn 668 sono un gruppo di veicoli ferroviari leggeri costruiti tra il 1956 e il 1983 per le Ferrovie dello Stato e per diverse ferrovie in concessione italiane. Tipi derivati da esse sono stati costruiti per aziende ferroviarie di altre nazioni. La maggior parte delle ALn 668 presta ancora servizio.

Le automotrici ALn 668 furono prodotte direttamente dalla FIAT o costruite su disegni FIAT per conto della stessa, con l’unica eccezione delle quaranta unità della serie 2400, realizzate integralmente dalla Breda di Milano

La ALn 668 è considerata l’automotrice standard delle FS. Del tutto analoga è la ALn 663 che, pur mantenendo la stessa meccanica, ha ricevuto una classificazione diversa esclusivamente per il nuovo arredamento interno che riduce da sessantotto a sessantatré il numero dei posti a sedere

La sigla ALn 668, in accordo con le regole di classificazione dei rotabili in uso presso le Ferrovie dello Stato, indica un’automotrice (A), leggera (L), a motore Diesel (n – che sta per nafta, com’era chiamato un tempo il gasolio), con 68 posti a sedere e comando multiplo (come indica la duplicazione della cifra delle decine)

Le ALn 668.1200 hanno una capacità di 68 posti a sedere, di cui 8 di prima classe, e sono mosse da due motori Diesel con potenza di taratura di 120 kW ciascuno, che permettono una velocità massima di 110 km/h[4] e un’autonomia di circa 600 km

Le ALn 668.1200, paragonabili come prestazioni alle ALn 668.1800, possono essere pilotate dalle rimorchiate Ln 664.1400 e sono atte al comando multiplo in doppia trazione

Differenze dalle serie 1900 e 1000
Dopo le 162 automotrici a due vestiboli delle serie 1900 e 1000, a partire dalla serie 1200 si ritenne opportuno ritornare alla soluzione a vestibolo centrale[9], pur mantenendo la cassa allungata introdotta a partire della serie 1900
Le ragioni principali del ritorno al vestibolo unico furono il miglioramento dell’accesso per la manutenzione degli organi disposti nel sottocassa e la semplificazione costruttiva, ma si colse l’opportunità anche per migliorare la capacità di incarrozzamento dei viaggiatori, realizzando il nuovo vestibolo con una superficie pari alla somma di quelli delle due serie precedenti

Motore e trasmissione
Con la serie 1200 si ritornò al motore aspirato IVECO 8217.12 che, per compensare la massa maggiorata di circa 1.000 kg rispetto alla serie 1700, fu tarato dalle FS a 120 invece che a 115 kW, mantenendo la velocità massima di 110 km/h
Il ricorso alla motorizzazione meno potente permise inoltre di mantenere il giunto idraulico e la frizione monodisco adottati fino alla serie 1800.