Roma (Lazio) 12 febbraio 2017

NON SI MUOVA

NON SI MUOVA – Una poesia autobiografica, racconta il dramma del poeta, per la morte della sorella Maria colpita da un osteosarcoma. Durante l’esame della TC, il tecnico non comunica più con il paziente se non con delle voci registrate. “Trattenga il respiro e non si muova” è il messaggio asettico, privo di umanità, che viene trasmesso al paziente. La poesia è dedicata a tutti i familiari che hanno perso un amico o un familiare per una terribile malattia, che ancora oggi non è stata debellata.