USA, Paese estero 05 febbraio 2016

Neve a New York, crolla gru nel cuore di Manhattan: un morto

“La gru era caduta mentre si stava mettendo in sicurezza l’area a causa del forte vento: la gru stava venendo abbassata. I nostri pensieri vanno naturalmente alle famiglie della vittima e dei feriti, ma poteva andare molto peggio e ringraziamo che non sia successo”, ha aggiunto il primo cittadino spiegando che la gente nei dintorni era poca proprio per via del fatto che l’area era stata liberata per abbassare la gru.
Arrivano intanto le prime testimonianze: Ken Roberts, 56 anni, che vive vicino al sito dell’incidente, ha dichiarato al Wall Street Journal di aver sentito un rumore che sembrava “quello di un grande camion che sbanda in una galleria”. “Era passata una manciata di minuti quando ho iniziato a sentire le prime sirene”, ha aggiunto. “Dopo l’11 settembre qualunque cosa ti mette in allarme. Ma la risposta dei vigili del fuoco è stata incredibile”. Roberts, che vive al 32esimo piano di un palazzo di Hudson Street, ha detto che quando la gru è stata posizionata circa una settimana fa di aver notato che era alta “come un palazzo di 40 piani”.
In quel momento stava nevicando forte, anche se Gary Conte, meteorologo del National Weather Service, ha spiegato che non è possibile stabilire quanto le condizioni atmosferiche abbiano effettivamente influito sulla caduta. “In generale, però, è possibile che un forte vento o una nevicata intensa possano far oscillare una gru”.