Civitanova Marche (Marche) 08 gennaio 2015

Murales a Civitanova Marche (Macerata, Italy)

STREET ART OPERAS IN CIVITANOVA MARCHE (CENTRAL ADRIATIC COAST)
Murales realizzati lungo il molo del porto sul lato destinato all’ormeggio dei pescherecci.
Civitanova Marche, comune di 40519 abitanti, provincia di Macerata, Marche, Italia. Gli insediamenti preistorici scoperti dagli archeologi dimostrano che l’uomo abitava l’area geografica occupata attualmente da Civitanova Marche fin dal periodo Paleolitico. Dalla seconda metà del VI secolo a.C. i greci utilizzarono il mare Adriatico per i loro commerci e la foce del fiume Chienti (Kleos in greco, il glorioso) venne utilizzata dalle loro navi come approdo. Cluana, che è il nome più antico di Civitanova Marche, venne probabilmente fondata nell’VIII secolo a.C., quindi in epoca pre-romana, a nord della foce del fiume Chienti (che cambiò nome in Cluentum in epoca romana) lungo la costa adriatica. Nel 268 a.C. il popolo piceno venne sconfitto in guerra dai romani e la sua terra annessa al territorio di Roma inclusa Cluana. Nel 50 d.C. su una collina vicina al mare nei pressi di Cluana sorse un nuovo piccolo centro abitato: Cluentis Vicus, l’attuale Civitanova Alta (frazione di Civitanova Marche). La sua fondazione ci è testimoniata da un’epigrafe di pietra, oggi conservata nell’atrio della delegazione comunale. I due centri seppur diversi, uno sul mare e l’altro arroccato su un’altura, nel corso dei secoli tra alterne vicende rimasero sempre legati e collegati tra loro. Nel periodo delle invasioni barbariche Cluana venne distrutta dai Visigoti e quasi tutti i superstiti si rifugiano nel vicus. In quest’epoca di decadenza dell’Impero Romano d’Occidente il Piceno fu teatro di continue invasioni, saccheggi e devastazioni. Galleria di immagini con fotografie scattate giovedì 8 gennaio 2015.