Cosenza (Calabria) 02 febbraio 2017

Madre coraggio denuncia il figlio pusher ai Carabinieri: 35 arresti IL VIDEO

Vasta operazione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Cosenza, supportati dai colleghi dello Squadrone Eliportato “Cacciatori di Calabria”, della Compagnia Speciale, del Nucleo Cinofili e del Nucleo Elicotteri. 250 militari dell’Arma hanno eseguito 35 misure cautelari, emessi dal GIP di Cosenza, su richiesta della locale Procura.

Le indagini sono partite da una madre disperata, che vedendo il figlio, spacciatore, minacciato dal suo fornitore per non aver pagato le partite di droga ricevute, si è fatta coraggio e si è presentata al Maresciallo Comandante della Stazione CC di Cosenza – Nord, al quale ha denunciato tutto.

Immediatamente sono scattate le indagini che hanno consentito d’individuare una serie di gruppi di pusher che si erano spartiti le piazze di spaccio del capoluogo cosentino, operando in regime di libera concorrenza determinata da un’incessante domanda di droga, testimoniata dai quasi settecento episodi di spaccio documentati.