Barano D'ischia (Campania) 24 marzo 2017

ISCHIA, INAUGURATO IL “LARGO DOMENICO DI MEGIO”, GIORNALISTA

ISCHIA, INAUGURATO IL “LARGO DOMENICO DI MEGLIO”, IL FONDATORE DEL QUOTIDIANO “IL GOLFO” CHE HA SCRITTO LA STORIA DEL GIORNALISMO SULL’ISOLA D’ISCHIA

di Gennaro Savio

Bastano queste pochissime parole del giornalista Mimmo Falco per sintetizzare la vita e l’opera giornalistica di Domenico Di Meglio a cui stamattina 23 marzo 2017, ad otto anni dall’improvvisa, inaspettata e prematura morte, nel comune di Ischia è stato intitolato il largo situato sul porto d’Ischia nell’incrocio tra via Quercia e la ex Strada Statale 270. La toccante cerimonia con cui sono state scoperte le due targhe grazie alle quali Domenico sarà ricordato ad imperitura memoria, è stata preceduta da un importante momento istituzionale che si è tenuto nella Sala consiliare alla presenza di giornalisti e autorità. Domenico Di Meglio, giornalista generoso e coraggioso che non ha mai esitato a scontrarsi frontalmente con i rappresentanti del potere dominante quando c’erano da difendere gli interessi dei più deboli, in quarant’anni di intensa attività ha fondato e diretto numerose testate giornalistiche tra cui “Il settimanale d’Ischia, lo Sport Isolano” e “Il Golfo”, il primo quotidiano italiano a diffusione mirata. Gaetano Di Meglio Direttore de “Il Dispari”, figlio di Domenico, ha espresso tutta la sua soddisfazione per l’intitolazione del “Largo Domenico Di Meglio”. “L’incontro istituzionale presso la sala del consiglio comunale di Ischia e l’appuntamento presso il largo – ha dichiarato Gaetano Di Meglio -, è un posto che è particolarmente gradito dalla famiglia perchè, al di là della vicinanza alla casa materna di Domenico, l’amministrazione ha deciso di creare proprio lì uno spazio per bambini e un prato che dà il benvenuto, con fiori e scritta, a chi arriva sulla nostra isola e nel comune di Ischia. E ciò è un po’ il simbolo della linea giornalistica ed editoriale di Domenico Di Meglio, idee che avevano portato alla creazione di un movimento mai concretizzatosi ma che è rimasto liquido nella nostra società, del “turismo siamo noi”. In questi giorni ho riletto molti editoriali degli ultimi anni e, se non vi erano fatti di cronaca, gli stessi erano incentrati sul turismo e sull’evoluzione del giornalismo locale. Giornalismo locale perchè a servizio della comunità.” Sono contento di avere Mimmo Falco qui questa mattina, grande amico di Domenico e non solo – ha continuato Gaetano Di Meglio – e di poter condividere con i presenti alcuni tratti del giornalismo e del concetto di informazione che sono alla base della linea editoriale seguita da Domenico”. Il concetto del ‘locale’ accostato a quello del ‘giornalismo’, infatti, è difficile da spiegare, ma racchiude in sé un unicum. Sulla targa che è stata apposta in strada – ha concluso Gaetano – vi è scritto Maestro di giornalismo locale, perchè aggiungere questa parola cambia, davvero, tutte le dinamiche.”