Catanzaro (Calabria) 23 febbraio 2017

Furti con ‘cavallo di ritorno’: ecco come rubano le auto

Le telecamere nascoste riprendono i ladri in azione, a cui bastavano una manciata di secondi per forzare un’autovettura, metterla in moto e fuggire: sgominata dai carabinieri di Catanzaro, nell’operazione denominata “Safety car”, una mega banda di 44 criminali – quasi tutti di etnia rom – espertissimi nel rubare in un lampo qualsiasi tipo auto parcheggiata sul marciapiede, grazie a un collaudato lavoro di team; 24 malviventi sono indagati, mentre 20 sono agli arresti. Decine e decine i furti compiuti ogni mese nel capoluogo calabrese con l’obiettivo del cosiddetto “cavallo di ritorno”, ovvero l’estorsione di un “pizzo” al proprietario per il recupero del proprio veicolo.