Roma (Lazio) 08 luglio 2015

Dal Sulcis a Roma: operai Alcoa ancora in sit in al MISE (V1)

E la vicenda è sempre la stessa, la acquisizione di Alcoa, industria statunitense dell’allumninio che un anno fa chiuse gli impianti di Portovesme. I tempi si sono allungati per l’acquisizione da parte di Glencore e così la ‘trasferta’ a Roma è stata necessaria e i caschi hanno ricominciato a battere il ritmo. Il comunicato finale:
“Questa mattina a seguito dell’iniziativa, si è tenuto l’incontro con il rappresentante per il mise Castano. Ci è stato comunicato formalmente che la data del 18 luglio rappresenta la scadenza alla quale ci sarà l’espressione della UE per quanto riguarda la questione energetica. Siamo stati informati delle interlocuzioni avvenute con glencore ed alcoa le quali hanno appreso e concesso lo slittamento temporale delle discussioni al termine dell’iter con la comunità europea, presumibilmente per il mese di settembre. Come OO.SS. abbiamo rivendicato la necessità di fissare un incontro subito dopo la data del 18 ed abbiamo avuto l’impegno che entro la fine del mese di luglio riceveremo la convocazione.
Fsm fiom uilm cub”