Castell'arquato (Emilia-Romagna) 09 gennaio 2018

Chiesa di San Giovanni Battista di Vigolo Marchese

Dall’analisi documentale risulta che in questo luogo fu fatto costruire tra il 1002 e il 1012 dal marchese Uberto d’Orta un complesso benedettino comprendente un cenobio, un ospedale per pellegrini e una chiesa dedicata a San Giovanni. La chiesa attuale, a pianta basilicale, pare ricostruita dopo un terremoto avvenuto nel 1117 e quindi risulterebbe più recente dell’edificio circolare posto adiacentemente. Nella seconda metà del XVI secolo, con il passaggio alla funzione di parrocchiale, l’impianto della chiesa viene stravolto e l’ingresso della chiesa viene al posto del precedente presbiterio verso il villaggio, in questo periodo abbiamo l’attribuzione della funzione battesimale all’edificio a pianta circolare posto sul lato nord e a cui viene praticata un’apertura rivolta anch’essa verso il villaggio. All’inizio del novecento, sull’onda degli studi e delle rivalutazioni delle architetture romaniche, la chiesa fu riportata alla situazione planimetrica precedente Durante questi lavori andarono purtroppo perduti gli affreschi di cui rimangono attualmente solo le riproduzioni fotografiche poste in controfacciata.