Svezia, Paese estero 13 ottobre 2016

a Bob Dylan il Premio Nobel per la Letteratura 2016

a Bob Dylan il Premio Nobel per la Letteratura 2016

il Nobel per la Letteratura 2016 è andato a Bob Dylan per aver “creato una nuova espressione poetica nell’ambito della tradizione della grande canzone americana”-

sono particolarmente felice, e lo sarebbe stato anche Dario Fo, di questo grande riconoscimento a Dylan, per me sicuramente lo poteva ritirare da decenni, un riconoscimento a tutta quella musica ma soprattutto i testi che nel tempo hanno affrontato temi sociali e Bib Dylan lo ha fatto molto spesso e volentieri.

chi lo desidera può ascoltare una delle sue canzoni di protesta, una canzone che contribuì a fare riaprire un caso giudiziario a sfondo razzista: HURRICANE con il suo indovinassimo ritmo a me è sempre piaciuta anche ballarla, lo sanno bene coloro che quando mettevo i dischi alle radio o nelle feste tra amici, la feci ballare alla straordinaria immensa folla che riempì Piazza Grande per il Capodanno 1999 che volli regalare ai liberi cittadini aretini, un gran bel rricordo

La prima versione di Hurricane fu registrata il 30 luglio 1975, ma per evitare denunce da parte dei diretti interessati (citati per nome e cognome nel testo), gli avvocati della Columbia Records convinsero Dylan a registrare una seconda versione (quella presente nell’album) con il testo modificato in modo da non citare direttamente i nomi delle persone coinvolte.
È una canzone di protesta: il pugile Rubin “Hurricane” Carter fu condannato ingiustamente per un triplice omicidio avvenuto a seguito di una sparatoria al Lafayett Bar il 17 giugno 1966, nel New Jersey. Fu scarcerato nel 1985 (ai tempi di Desire, Carter era dunque ancora in prigione), quando il giudice della Corte Federale Haddon Lee Sarokin sentenziò che non aveva avuto un processo equo, affermando che l’accusa era “basata su motivazioni razziali”. Il 26 febbraio 1988 caddero definitivamente tutte le accuse.

fabio fioroni
fan del grande Bob Dylan da sempre e per sempre.