Reggio Di Calabria (Calabria) 20 agosto 2019

Toponomastica al femminile

In riferimento a quanto pubblicato nei giorni scorsi su alcune testate giornalistiche locali a riguardo “una toponomastica al femminile” il Circolo Culturale “L’Agorà” ha inoltrato una richiesta ufficiale, tramite PEC, per opportuna conoscenza al Sig. Presidente della Repubblica Italiana ed a S.E. il Sig. Prefetto di Reggio Calabria, indirizzata al Sindaco di questa Città. Tale istanza riguarda l’intitolazione di un luogo pubblico a Teresa Talotta in Gullace, nata a Cittanova (provincia di Reggio Calabria) e morta a Roma, durante l’occupazione nazista. Teresa Talotta Gullace tentava di raggiungere il proprio coniuge Girolamo, ma la sua corsa venne interrotta da un proiettile che la uccise sul colpo: siamo nel 1944, un anno prima che finissero le ostilità e tale periodo riguarda la Resistenza (25 aprile). Memorabile la scena del film “Roma città aperta” del regista Roberto Rossellini, dove Teresa Talotta in Gullace è interpretata dall’attrice Anna Magnani. Il nome di Teresa Talotta Gullace non compare,purtroppo, su un altro set, quello della Commissione Toponomastica del Comune di Reggio Calabria e non è presente nella lista con la quale il lungimirante ed attivo Presidente Cantarella informa i comuni mortali di una lista nella quale la Giunta ha “inteso intitolare vie, strade, piazze, scalinate” a donne. Il nome di Teresa Talotta in Gullace risulta ancora assente nei luoghi pubblici della Città di Reggio Calabria, ma non sicuramente nelle linee programmatiche e negli intenti statutari, di chi, come la scrivente Associazione, opera, da sempre, in funzione della ricerca, della memoria storica (recupero e salvaguardia) e della Cultura, a volte questa sconosciuta. Diverse nostre richieste ufficiali al Comune di Reggio Calabria non hanno avuto adeguato seguito. Sarebbe, quindi, il caso Sig. Presidente, che l’opera della Sua Commissione riesca ad affrontare un complessivo servizio certo e rivolto esclusivamente a quella “Reggio bella e gentile”.