Foggia (Puglia) 10 ottobre 2018

Stato di agitazione davanti alla Prefettura di Foggia dei dipendenti del centro di accoglienza di Borgo Mezzanone

Continua l’incontro con il Prefetto di Foggia per la questione assunzione dei dipendenti da parte della nuova società Badia Grande (badia grande è una delle 4 società aggiudicatrici dell’appalto), la società che si e aggiudicata la gara di appalto del centro di accoglienza di Borgo Mezzanone. I lavoratori della società uscente la Mediospes, reclamano la modalità di contratto di lavoro, la nuova entrante la Badia Grande non rispetta le stesse condizioni di contratto della società uscente Mediospes,mentre le modalità contrattuali con la prefettura prevedevano un passaggio diretto da una ditta all’altra a pari condizioni. Gli stessi dipendenti si sono rivolti presso i sindacati che hanno avviato la procedura di raffreddamento che in questo momento vi e in atto un dibattito. Si tiene a precisare che ci sono dipendenti con contratti a tempo indeterminato, a tempo determinato e altri che aspettano ancora di essere contattati oppure chiamati, mentre con la società uscente la Mediospes tutti i dipendenti erano contratto di lavoro a tempo indeterminato.