Foggia (Puglia) 24 marzo 2020

Spolverata di neve nella notte a Foggia

Quando ti senti più fragile, ferito, solo, parlando con qualcuno cominci a dare la tua riservatezza, la tua privacy. Così, piano piano, perdi il primo pezzo di te. Non puoi più nasconderti, non puoi più fare finta di nulla. Però puoi innamorarti del silenzio, o piangere al vento, o ridere al sole e sorridere al tramonto. Rimanete a casa e leggetevi un bel libro. L’amore ai tempi del colera di Gabriel García Márquez.-Per cinquantun anni, nove mesi e quattro giorni Fiorentino Ariza ha perseverato nel suo amore per Fermina Daza, la più bella ragazza dei Caraibi, senza mai vacillare davanti a nulla, resistendo alle minacce del padre di lei e senza perdere le speranze neppure di fronte al matrimonio d’amore di Fermina con il dottor Urbino. Un eterno incrollabile sentimento che Fiorentino continua a nutrire contro ogni possibilità fino all’inattesa, quasi incredibile, felice conclusione. Una storia d’amore e di speranza con la quale, per una volta, Gabriel García Márquez abbandona la sua abituale inquietudine e il suo continuo impegno di denuncia sociale per raccontare un’epopea di passione e di ottimismo. Un romanzo atipico da cui emergono il gusto intenso per una narrazione corposa e fiabesca.