Gradoli (Lazio) 06 marzo 2019

Pranzo del Purgatorio

Una delle più antiche tradizioni della Tuscia è quella del pranzo del Purgatorio di Gradoli. Fin dal XVI secolo quando la Fratellanza del Purgatorio, che allora si chiamava Opera Pia per il Suffragio delle anime del Purgatorio, iniziò con l’organizzare questo evento per raccogliere fondi e altri beni di sostentamento per le sue attività di soccorso alle famiglie in difficoltà. Ancora oggi i novanta membri della Fratellanza, tutti uomini, ripetono, ciascuno nel proprio ruolo, i riti che culminano col grande pranzo del mercoledi delle Ceneri. E la tradizione viene rispettata ogni anno e oggi circa 1500 persone hanno partecipato al Pranzo del Purgatorio che vede un menu a base di pesce unica eccezione i Fagioli del Purgatorio, legume tipico di Gradoli, che vengono serviti come primo piatto a seguire la Minestra di riso con sugo di tinca, Luccio in umido, Nasello fritto, Baccalà lesso insaporito con Olio extra vergine d’oliva ed un trito di aglio e prezzemolo e una mela.