Padova (Veneto) 17 gennaio 2019

Mutamenti epocali. Ciclo di incontri dell’Associazione ex Alunni Antonianum

Padova, Aula Morgagni-Policlinico Universitario
Dal 28 gennaio al 25 febbraio 2019

Mutamenti epocali è il titolo dell’edizione 2019 del Corso di Cultura promosso dall’associazione ex Alunni dell’Antonianum di Padova con il patrocinio del Comune di Padova.
Cinque conferenze, seguite da dibattito col pubblico, che si terranno nell’Aula Morgagni del Policlinico Universitario (via Giustiniani 2, zona Ospedale a Padova) i lunedì di gennaio e febbraio 2019 alle ore 21, che affrontano l’argomento dal punto di vista sociologico, economico e politico, ma anche tecnologico e scientifico.

Tutti i campi dello scibile umano sono oggetto di mutamenti sempre più veloci: ma mentre quelli ambientali e climatici, così come l’economia e la tecnologia, evolvono rapidamente, la cultura e i sistemi di valori non si adeguano allo stesso ritmo, accentuando così le differenze individuali e collettive. Mai come ora sono in crisi le relazioni a tutti i livelli e aumentano i conflitti, non solo bellici, spesso riconducibili al fatto che le differenze fanno problema e sono percepite come minacce da cui difendersi – pericoli contro cui lottare – e non come ricchezze da valorizzare.
In questo mondo in costante evoluzione ci si pone l’interrogativo se ci si trovi di fronte a un confronto-scontro planetario tra culture e civiltà diverse: si parla anche di scontro tra etiche differenti, a cui si aggiungono altri motivi di contrasto, in particolare sulle questioni fondamentali della vita. Viene messa in discussione l’idea stessa che abbiamo di umanità: siamo passati dal chiederci chi è l’uomo a che cos’è l’uomo. Non ultima la gestione del sesto continente, cioè del mondo virtuale, privo di tempo e spazio, che ha permesso un accesso infinitamente ampio – ma spesso estremo – al sapere e al suo utilizzo. Ma quali reali possibilità ha l’individuo di controllare, gestire e sfruttare una così grande potenza di memoria e di informazioni?

Info e programma: www.padovacultura.it