Palermo (Sicilia) 09 novembre 2018

L’Ugl Spettacolo incontra i vertici della Sovrintendenza Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana

Si è svolto giovedì 8 novembre 20185, presso i locali del Teatro Politeama-Garibaldi di Palermo un incontro tra la delegazione dell’UGL e la Sovrintendenza della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana.
La Fondazione era rappresentata dal Sovrintendente Giorgio Pace e dai funzionari della Direzione Artistica Carlo Lauro e Francesco Di Mauro, per la UGL erano presenti Franco Fasola, Cristina Enna e Filippo Virzì, rispettivamente Segretario UGL Palermo, Segretario provinciale UGL Spettacolo e Portavoce dell’UGL Sicilia.
In un clima cordiale e propositivo si è discusso del rinnovo contratto integrativo aziendale, dell’applicazione delle procedure previste dal d.lgs 231/01 quindi della definizione pianta organica e della copertura organico orchestrale.
Ad introdurre l’incontro è stato il Sovrintendente su questioni di carattere generale riguardanti l’attività della Fondazione.
Il Sovrintendente ha comunicato che, rispetto al C.I.A. vigente, è sua intenzione rivedere solo poche cose, invitando l’UGL a presentare le proposte di modifica necessarie, ritenendo importante e indispensabile riformulare la pianta organica.
Il Sovrintendente, ha comunicato che intende coprire i posti vacanti delle prime parti d’orchestra.
A tal proposito, l’UGL ha chiesto di conoscere le modalità e le procedure per il reclutamento del personale da assumere per tale copertura.
Per Cristina Enna, Segretario Provinciale UGL spettacolo, “è indispensabile avere anzitutto, prima di parlare di una nuova pianta organica, l’organigramma vigente, per capire quanti, chi, e cosa fanno all’interno della Fondazione”.

“Il nostro sindacato – ha aggiunto Franco Fasola, Segretario Responsabile dell’UGL di Palermo, – ha chiesto che sia posta, verso l’UGL maggiore attenzione e, al contempo, sia fornita una precisa e puntuale informazione su tutte le attività poste in essere dalla Dirigenza dell’Orchestra senza alcuna omissione e/o pregiudizievole preclusione”.
“L’UGL – conclude Fasola a margine dell’incontro – sta investendo tanto sul territorio nel settore della cultura, e dello spettacolo,