San Gimignano (Toscana) 01 luglio 2014

Un magico flauto sotto le torri

SAN GIMIGNANO – Con la massima votazione di 10 con lode e menzione d’onore, Lorenzo Morrocchi si è diplomato presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci” di Siena, l’ultimo giorno di giugno 2014. Una data molto importante per un ragazzo che, dopo anni di studio, come lo attesta il lungo curriculum, ha raggiunto, appena compiuti i sedici anni, un primo e lusinghiero traguardo. Nato nel 1998 a San Gimignano, Lorenzo dimostra fin da piccolissimo le sue aspirazioni nel campo della musica. Inizia i suoi studi musicali all’età di cinque anni presso la Filarmonica G. Puccini di San Gimignano con la maestra Denise Formiglio che gli trasmette l’amore per il flauto traverso, e che, insieme al maestro Marco Maiani, lo preparano e lo avviano agli studi di conservatorio. Nel 2006, aveva otto anni, entra nell’istituto superiore di studi musicali di Siena, dove ora si è diplomato, seguendo i corsi del Maestro Luciano Tristaino.
Nel corso di questi anni Lorenzo partecipa e viene premiato a diversi concorsi, tra i quali Premio Crescendo Città di Firenze come miglior flautista, Concorso Riviera Etrusca città di Piombino come Primo Premio assoluto, ed ancora Krakamp città di Benevento, Concorso strumentistico città di Giussano, Concorso Internazionale Severino Gazzelloni, per la migliore esecuzione de “Il Pastore Svizzero” di Morlacchi.
Nel mese di giugno 2014, pochi giorni prima del diploma, vince il primo premio del Concorso Internazionale Premio Città di Padova.
Partecipa inoltre a diverse Masterclasses di prestigiosi Maestri. Nel 2011 e nel 2012 è presente come effettivo alle Masterclasses del Maestro Sir James Galway in Svizzera e a Milano. Si esibisce in molti concerti, tra i quali al Teatro dei Leggieri di San Gimignano, al Palazzo Cavagnis a Venezia, alla Sala Rosa presso l’Università di Siena, nell’auditorium dell’Istituto Mascagni di Livorno, in duo con la pianista Maestra Christine Billing Masini, con la quale instaura un rapporto professionale molto affiatato e porta avanti anche gli studi del pianoforte. Nel 2011 si esibisce come solista insieme all’orchestra Brunelleschi a di San Gimignano e con l’Orchestra Franci città di Siena.
Nel 2013 vince la Borsa di Studio “Vittorio Baglioni” assegnata dall’Istituto Musicale “R. Franci” di Siena, il Primo Premio assoluto al Concorso di esecuzione musicale “Città di Piove di Sacco” e al Concorso Premio Crescendo Città di Firenze nella sua categoria, che gli permettono di suonare in prestigiose locations quali il Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio a Firenze e il Palazzo Cavagnis a Venezia.
Nel settembre 2013 passa l’audizione per entrare nel corso di alto perfezionamento tenuto dal M. Andrea Oliva presso l’Accademia Santa Cecilia a Roma.
Per curiosità di cronaca, Lorenzo Morrocchi sta suonando un flauto Muramatsu con testata J. R. Lafin in argento e oro 14 Kt. creata a mano da Mr. Lafin e da sua moglie Julie Stewart appositamente per la classe del Maestro Sir James Galway e assegnata a Lorenzo nel luglio 2012 durante la Masterclass in Svizzera.
giorgio mancini
© RIPRODUZIONE RISERVATA