Bagni Di Lucca (Toscana) 15 gennaio 2018

Ufologia a rischio disintegrazione

Ormai è noto e lo si è capito benissimo che tra il CUN e A.R.I.A. non scorra buon sangue, di fatto mentre una è un’associazione indipendente che tratta ufologia e che si avvale della collaborazione degli indipendenti , l’altro è un centro ufologico tra i più conosciuti in Italia. Il problema dunque è la prevaricazione e il potere che uno versa sull’altro e sull’intera ufologia , scoraggiando di conseguenza ricercatori indipendenti di poter esporre il proprio lavoro , le proprie teorie ! La cosa sconcertante sono le modalità non quanto idee o pensieri diversi , il chè sono legittimi ma le modalità appunto ne fanno la differenza. Se A.R.I.A. appunto opera nella sua indipendenza e senza interferire su lavori altrui senza ridicolizzare o sminuire il lavoro indipendente, dall’altra abbiamo un CUN / Shado che vorrebbero imporre e comandare in modo dittatoriale l’ufologia . Singolare il caso di questi giorni dove da una parte una associazione con tanto di foto in mano, dettagli e indagine ha espresso un suo parere ufologico , mentre dall’altra abbiamo un CUN e Shado che senza aver nulla in mano hanno e stanno cercando di ridicolizzare il lavoro degli indipendenti, singolare appunto il comunicato pubblicato su alcuni giornali di Lucca dove appunto CUN e Shado palesemente per loro ammissione ammettono di non avere elementi in mano per analizzare il caso in questione ma si avvalgono del diritto di decidere se tale avvistamento è valido o meno. Cosa stà succedendo nell’ufologia italiana? La mia personale impressione è che questo metodo di attacco condotto dal CUN e Shado stia mettendo in imbarazzo l’ambiente ufologico , che seppur è vero che vanno rispettate le idee altrui sono i metodi che imbarazzano la stessa ufologia rischiando di esplodere e crollare definitivamente in Italia.Se Cecchi Paone in tv nella trasmissione di canale 5 ha messo alle corde il CUN cosa penserà se leggesse che lo stesso CUN e Shado senza poter avvalersi di dati ed elementi decide se un caso è o non è ufologico? Cosa potrebbe pensare lo stesso Cecchi Paone del metodo esposto e raccontato sui giornali e dunque sulla loro stessa credibilità?? Ecco alcuni passaggi che imbarazzano davvero l’ufologia : Il Gruppo Ricerche Ufologiche Shado di Lucca e il Centro Ufologico Nazionale si esprime su una segnalazione di un oggetto volante non identificato, ripreso in una fotografia scattata nella zona di Capannori, presumibilmente intorno ai giorni 9 o 10 gennaio da un soggetto rimasto del tutto anonimo. Da una serie di analisi effettuate sulla foto NON originale ma su copia circolata in rete l’oggetto in questione potrebbe essere di varia origine le possibilità prese in esame sono un uccello in particolare conformazione di volo, un insetto a distanza ravvicinata dell’obiettivo, un drone, o un palloncino di forma particolare, sempre ammesso poi che la foto sia stata effettivamente scattata nei pressi di Capannori non avendo potuto parlare direttamente con il testimone nemmeno questo è stato possibile appurare. è già stata sospetta la situazione nella quale un testimone di Capannori vada a contattare un ufologo ligure anzichè segnalare la cosa alla stampa locale, ad ufologi locali e alle autorità, insomma ci sono molte cose che non tornano Comunque sia le nostre associazioni di fronte ad un caso come questo a meno che non ci arrivino ulteriori novità, di fronte alla assoluta assenza dei dati fondamentali necessari ad una serena valutazione, non possono che dichiarare il suo valore pari a zero”. Sarebbe davvero interessante sapere cosa ne pensa Cecchi Paone su questa analisi esposta dal CUN Shado che palesemente ammettono di non poter analizzare un avvistamento ma che di fatto lo fanno , sarebbe davvero interessante sapere dal CICAP che tanto combatte questa tematica ufologica cosa ne pensa di queste affermazioni rese pubbliche dal CUN Shado affermazioni alquanto contraddittorie e imbarazzanti, “ di fronte alla assoluta assenza dei dati fondamentali necessari ad una serena valutazione ” insomma senza dati ne elementi certi loro possono decidere se è o non è un ufo. Mi domando se davvero il modo di operare per tutti gli avvistamenti del CUN e Shado si basano su elementi fondamentali mancanti e che questo basta per dare una valutazione ,che sia positiva o negativa poco importa, che a conti fatti tale valutazione scende in un nulla di fatto e dunque a zero come loro stessi amano definirla. Dunque l’esame e il parere esposto dai due centri ( che sono gestiti dalle stesse persone in quanto Shado è rappresentato da Moreno che è a sua olta vice presidente del CUN di Lucca ) risultano non solo nulli e di poca importanza ma imbarazzano e non poco il metodo con cui hanno esposto le ragioni . Spero che il CICAP o Cecchi Paone possano contattarmi per esporre un loro parere e per capire quanto ad oggi è credibile l’ufologia nel suo interno . ( sia chiaro queste sono le mie considerazioni su quanto leggo e vedo ) FONTE NOTIZIENEWS