Forlì-Cesena (Emilia-Romagna) 25 marzo 2018

Tornano le letture a voce alta nell’ ospedale di Forlì

Tornano le “Letture a voce alta” dei bambini in ospedale Eventi a Forlì

Dopo il grande successo ottenuto nel 2017, tornano le “Letture a voce alta”, in ospedale, a Forlì,  con gli studenti della scuola elementare Duilio Peroni di Vecchiazzano.
Il primo appuntamento del 2018, aperto a tutti  è per martedì 27 marzo, alle ore 10, come sempre nell’atrio del Padiglione Morgagni.
 
” Questo progetto, nato lo scorso anno scolastico – spiega la maestra Lara Verni – grazie alla collaborazione con AUSL Romagna  Ausl Cultura e, più in particolare, per merito della disponibilità dimostrata dalla dott.ssa Tiziana Rambelli ,si chiama LETTURE A VOCE ALTA e mette proprio al centro i bambini e la lettura. La scuola che lo promuove è la primaria “D. Peroni” di Vecchiazzano, facente parte dell’Istituto Comprensivo n.7 di Forlì. Stimolare i bambini alla lettura è fondamentale, anche se nel nostro paese non è una pratica così diffusa…Eppure trasmettere ai nostri piccoli la curiosità per i libri e abituarli a leggere è importantissimo. Bisogna promuovere libri e lettura e ciò è importante per innumerevoli motivi.”

“L’ obiettivo – prosegue la maestra Verni – è condividere con tutti gli “8 motivi per cui è fondamentale leggere fin da piccoli” : 
 
I libri preparano i bambini ad affrontare la vita, li aiutano ad acquisire competenze e strategie per muoversi nella realtà di tutti i giorni e li preparano ad affrontare le difficoltà della vita quando saranno grandi. La lettura è uno strumento di conoscenza. 

I bambini che leggono sono più creativi 
L’abitudine alla lettura crea elementi positivi per sviluppare la fantasia e l’immaginazione.

La lettura amplia il vocabolario e migliora la comunicazione. Sul piano linguistico, la lettura stimola lo sviluppo del linguaggio, arricchisce il vocabolario del bambino