Trieste (Friuli-Venezia Giulia) 28 marzo 2017

Serracchiani in difesa della comunità slovena della Carinzia

La presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, ha inviato una lettera al governatore della Carinzia, Peter Kaiser, sollecitando la necessità di un riconoscimento della comunità slovena nel nuovo Statuto regionale della Carinzia. La Carinzia, regione più meridionale dell’Austria, ha 550 mila abitanti di cui almeno il 10 per cento è di madrelingua slovena. Fu il plebiscito del 1920, dopo la disgregazione dell’Impero austro-ungarico seguito alla sconfitta nella prima guerra mondiale, a sancire l’appartenenza di quel territorio all’Austria.
Nella sua lettera la Serracchiani, pur ribadendo l’ottimo livello di rapporti tra le due Regioni, sottolinea al governatore Kaiser di sentire l’obbligo di farsi portavoce delle associazioni del Friuli Venezia Giulia, rappresentative delle comunità slovene della regione, che le hanno fatto pervenire preoccupate segnalazioni sulla possibilità che nel testo del nuovo statuto regionale della Carinzia non sia fatto cenno alcuno della presenza storica della minoranza slovena in quel territorio. Facendo appello proprio allo spirito di amicizia, concretizzato nella collaborazione transfrontaliera tra le due Regioni e nell’esercizio di buone pratiche amministrative e legislative, la presidente ricorda al governatore come il riconoscimento e la tutela delle minoranze linguistiche sia un pilastro di “quell’unità nella diversità” che fa grande l’Europa.