Firenze (Toscana) 26 ottobre 2017

Sara Gazzini, e il libro “C’è chi dice di volerti bene”

Oggi abbiamo il piacere di essere accolti da uno splendido sorriso pieno di Vita ,di creatività, di voglia di fare di una giovane Donna, un espressione che ci accompagnerà per tutta la nostra intervista in un clima cordiale e confidenziale come fra vecchi amici…una Donna dalle mille sfaccettature e da altrettanti interessi ed impegni, il suo nome è Sara Gazzini , nata a Firenze nel 1976 , dove vive e lavora ,per conoscerla meglio ci preme sottolineare che prima di ogni cosa è Donna e Madre di due figli, ha un cane e un gatto e un ex marito….lavora in Banca…..e tutto il resto che ci parla di lei, non è “noia” ,anzi è una figura carismatica che ha voluto definirsi “La Gazza” trovando da qualche anno la sua espressione come blogger verso il mondo attraverso i social, un po’ per assecondare questa grande passione, un po’ per trovare un momento di condivisione, di tenerezza, di ascolto e di conforto ,che l’ha resa seguitissima su Facebook ,Twitter ed istagram, da decine e decine di migliaia di follower ,sempre in aumento
Ed è proprio il suo modo di scrivere ,il suo amore e passione per la scrittura , l’esprimere i propri pensieri ,la sua personalità con la gran voglia e passione a trasmettere emozioni attraverso il web .I suoi “messaggi” detti post hanno attirato attenzioni importanti.
Questo suo particolare distinguersi ,ha fatto si che la sua interiore dedizione spontanea per lo scrivere prendesse forma nel suo primo romanzo dal titolo “ C’è chi dice di volerti bene “ (edito da . Harper Collins), un libro fortemente e espressamente voluto dall’editore , che avendo notato e seguito l’autrice nei social appunto ha invitato la stessa a realizzare questa opera, già un primo importante successo, derivante dal merito, e da chi crede preventivamente nel possibile quanto positivo risultato .e non da un ostentata presentazione del proprio essere e del proprio fare come per un manoscritto sgualcito che “ riposa “magari da anni chiuso nel cassetto dei sogni .
Ci dice tutto questo con gli occhi lucidi d’emozione, stringendo a sé il suo libro che accarezza e coccola come un bimbo fra le mani della madre, che non lascia mai.
Un romanzo che prende l’attenzione del lettore dalla prima all’ultima pagina come a trattenere il respiro narrando in maniera ironica le storie di Donne che hanno problemi in amore e che sono in cerca di un aiuto, che con entusiasmo e con fame di conoscere il finale e soprattutto il messaggio che quest’opera vuole trasmettere.
Il racconto si svolge tutto in una sola sera, in cui otto perfette sconosciute si riuniscono in un garage alla periferia di Firenze per condividere le loro pene sentimentali, giungono a questa serie d’incontri dopo aver superato la selezione per essere protagoniste all’avvio di un “centro sperimentale”. I ricordi e le confidenze scorrono veloci tra le pagine del libro ed è facile immedesimarsi nelle avventure di Caterina, Sveva, Giulia e delle altre protagoniste. A guidarle una figura di riferimento, che potremmo quasi definire come tutor ,in questo percorso d’incontri , di terapia di gruppo ,che aprirà “gli occhi e le menti” di queste donne attraverso un percorso per riscoprire e ritrovare la razionalità dentro di loro e nei loro cuori infranti e insegnando loro lo spirito di autoconservazione.
Un romanzo che accende l’attenzione e la riflessione per capire e soprattutto per reagire a quelle situazioni di vita di una coppia dove sesso e amore causano dipendenza a tal punto di riuscire a condizionare la propria vita, cercare un distinguo fra sesso e amore, anche se possono andare di pari passi e quindi configurarsi nel rapporto perfetto e soprattutto completo.
Troppo spesso ci ritroviamo a vivere rapporti che fisicamente o emotivamente ci creano delle dipendenze. Solitamente certe tipologie di relazioni fanno capo anche ad altrettante tipologie di uomini (e di donne) che l’autrice in questo romanzo ho cercato di descrivere. Prosegue sottolineando l’importanza di comprendere
Come ognuno è come è e, come detto, non deve andare mai oltre il rispetto della propria persona . Questo è primario e va ricordato. Amarsi per amare, dovrebbe essere così”. E si può eludere o altresì uscire da possibili dipendenze nella vita di coppia solo con la consapevolezza, la padronanza di sè
Sara Gazzini come già detto dedica questo libro alle Donne, ma precisa al tempo stesso che è un romanzo per tutti , uomini e donne, magari da condividere per capire.
Ma Sara Gazzini ,non è solo tutto quello che fin ora con modestia abbiamo cercato di dire di lei, la possiamo infatti seguire ed apprezzare come opinionista in un programma televisivo di Italia 7 , dal titolo il Gossip sportivo di Nicolette ,in onda tutte le domeniche alle 22,40 e condotto da Nicolette Giuliani, anche via radio con la sua collaborazione con RDF 102.7, dove ha la sua rubrica settimanale “Gazza ci cova”. E da non dimenticare sempre e “ovunque” on line con i suoi seguitissimi quanto meritevoli ed apprezzati blog.
Concludiamo dando il giusto e meritato plauso all’opera di Sara Gazzini, che la vede particolarmente impegnata con continuo e positivo riscontro nelle varie presentazioni su e giù per l’ Italia,ospite nelle più autorevoli librerie , rassegne editoriali.
Ricordiamo che il libro è disponibile dal 5 Ottobre ,nei principali Store e nella grande distribuzione .
Salutiamo la nostra graditissima ospite con la curiosità e la voglia di terminare la lettura del suo libro, e di conoscere presto i suoi nuovi impegni che la vedono protagonista di nuovi progetti anche da scrittrice e chissà se quel cassetto dei sogni si è già riempito di un nuovo manoscritto…..possiamo solo scoprirlo continuando a seguirla….