Viterbo (Lazio) 22 maggio 2014

Presentato il libro Bandite del giornalista Casamassima

Un omaggio particolare alla donna, nel mese che Tarquinia dedica alla sensibilizzazione per la prevenzione del tumore al seno: Book&Wine affida il suo appuntamento nell’ambito di Tarquinia in Rosa a Pino Casamassima e ne esce un pomeriggio coinvolgente e stimolante, in cui la figura femminile nella società è spunto di riflessione ad ampio raggio. Partendo dal ruolo delle brigantesse e partigiane – quello trattato, appunto, in “Bandite!”, libro al centro della chiacchierata – il giornalista del Corriere della Sera ha spaziato dalle società antiche a quella attuale, presentando al pubblico aspetti del rapporto uomo/donna nel corso della storia, chiudendo con una speranza: che nel futuro prossimo non si debba più distinguere per genere. La sala ISDER, a Tarquinia, per l’occasione addobbata in rosa dalle volontarie dell’associazione ANDOS (Associazione Nazionale Donne Operate al Seno), è stata perciò scenario di una serata piacevole, accompagnata – come tradizione nella kermesse enoletteraria ideata e promossa dall’Università Agraria di Tarquinia – dal buon vino: quello dell’azienda tarquiniese Tosoni Massimo, la cui figlia Benedetta ha brillantemente presentato l’attività vinicola di famiglia. Al resto han pensato i sommelier della FISAR – Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori, che hanno guidato la degustazione dispensando consigli e informazioni agli appassionati. Non solo vino, però, tra i sapori tipici del territorio presenti a Book&Wine: grazie alla disponibilità dell’azienda tarquiniese Ape Velka, che ha messo a disposizione la dolce materia prima, il pubblico ha potuto assaggiare le diverse varietà del miele dell’azienda, servito dai ragazzi dell’Istituto Alberghiero “A. Farnese” di Montalto di Castro. Book&Wine, ideato e promosso dall’Università Agraria di Tarquinia, ha patrocinio del Comune di Tarquinia ed è organizzato in collaborazione con la FISAR e l’Associazione artistica culturale La Lestra.