Borghetto Lodigiano (Lombardia) 15 aprile 2017

Poste. Consegna a giorni alterni sospesa? un pesce d’aprile

“Il Giorno” titolava nelle pagine di Lodi due settimane fa “Disagi poste, nascerà un tavolo lodigiano”. L’articolo riportava la notizia che “il tavolo regionale tra Regione, Anci Lombardia, Upl e Poste del 17 maggio ha preso in specifica considerazione la richiesta del Lodigiano, caldamente sostenuta anche dall’Associazione comuni lodigiani diretta da Giuseppe Sozzi, di valutare le esigenze locali e i possibili disservizi che porterebbe la consegna della posta a giorni alterni”. Nell’articolo veniva affermata la conseguente “sospensione della riorganizzazione generale dei servizi della fase III del recapito corrispondenza a giorni alterni anche per il Lodigiano”. Il giorno della pubblicazione dell’articolo era il 1° aprile. Un vero “pesce d’aprile” secondo quanto scrive oggi il quotidiano di Lodi “Il Cittadino”, che dà notizia della decisione dell’azienda postale: “Poste Italiane va dritta per la sua strada e spiega che, contrariamente a quanto emerso nelle scorse settimane, porterà la consegna della corrispondenza a giorni alterni anche nel Lodigiano” – così nell’edizione online. Una precisazione, quella divulgata da Poste, che conferma in tutto e per tutto la propria decisione di proseguire nel suo progetto di riorganizzazione, ma che tuttavia, dopo il tavolo con gli enti locali e la proposta di ampiamente sostenuta di un tavolo lodigiano, apparirebbe assolutamente irresponsabile, se fosse vero quanto riporta il quotidiano lodigiano: la precisazione sarebbe “in risposta all’attacco del Sindacato Cobas Poste, che aveva interpretato il blocco della riorganizzazione del recapito come un «aiuto a Lorenzo Guerini e al Pd locale»”.
Il quotidiano di Lodi ha lanciato ieri, 14 aprile, subito tra i suoi lettori online un sondaggio: “Pensi che la consegna a giorni alterni possa creare problemi al recapito della corrispondenza nel Lodigiano?”, con conseguente grande scontata maggioranza di risposte positive. Due commenti accompagnano, però, il lancio online della notizia, il primo, in particolare (il secondo rafforza il primo), nickname “Sgavazza”, saluta con ironia la sintesi del titolo “Parte la consegna a giorni alterni”, così: “Questo sarebbe un gran successo visto che ora la corrispondenza viene consegnata a settimane alterne (se va bene!)”.