Tivoli (Lazio) 26 agosto 2016

Pontelucano: inquietante scoperta sotto il Mausoleo Plautino (F)

In realtà le ‘inquietanti scoperte ‘sono due, in una sola giornata..
La prima: Dopo le idrovore che, durante le criticità meteo’ scaricano acqua di fogna direttamente alla base di un Mausoleo di 2000 anni fa, per un puro caso veniamo a sapere che alla base del Sepolcro dei Plauzi, a tre metri circa di distanza, esiste una conduttura di Gas Metano, con un condotto di circa un metro di diametro! Proprio sotto un sito archeologico.. Ma questa è solo la premessa. Infatti, avendo scorto due operai al lavoro, nell’area interna al Muraglione vergognoso, cortesemente chiediamo che tipo di lavori fossero. ” Gas – mi rispondono- “..controllo di routine presso la conduttura. Ma stavolta abbiamo trovato qualcosa che non va.” Chi mi parla è un giovane operaio, addetto alla manutenzione di impianti delle tubature, un tecnico preparato. Ci racconta che.. “questa conduttura correva a circa un metro di profondità, come da regolamento. Ma qualcuno, durante i lavori per la creazione del ‘canale’ che dalle Idrovore porta direttamente a fiume ( quasi sempre ostruito, NdR), ha ignorato i nastri gialli visibilissimi con la scritta ‘Attenzione Gas Metano’, distruggendo anche la rete gialla di delimitazione, sotterranea. Risultato: il fondo del ‘canale’ di scarico delle idrovore ha ridotto notevolmente la distanza dalla superficie prevista dalle normative: praticamente, l’interramento della conduttura non è ‘adeguata’ alle norme e, in più, ci dicono che: ” Tutte le condutture di questo tipo sono accompagnate in parallelo da una conduttura elettrica che serve a scaricare le ‘correnti galvaniche’ che potrebbero far esplodere la conduttura stessa”- e qui ci mostriamo seriamente preoccupati -una indispensabile misura di sicurezza che è stata, con sciatteria, resa non funzionante”. In pratica veniamo a sapere due cose: la prima è che sotto il sepolcro dei Plauzi, alla sua base, oltre a scaricarci acqua di fogna, vi corre anche anche un gasdotto. Benissimo! E, inoltre, che questo Gasdotto è pericoloso.. non essendo funzionante da chissà quanto tempo, un eliminatore di correnti elettriche, fino ad oggi, che questo intervento ha ripristinato. Ma possibile che sotto un sito archeologico di Duemila anni fa ci deve essere tutto ciò? Mala tempora…