Viterbo (Lazio) 30 settembre 2014

Per la pineta di San Giorgio presentate cinque proposte

«Oltre le attese, il bando concorso che ha interessato la Pineta di San Giorgio, ha ottenuto un importante riscontro». Lo comunica l’assessore dell’Università Agraria Attilio Maria Boni. «Sono ben cinque le aziende che hanno formalizzato proposte. – prosegue – Si tratta della Società Oasi San Giorgio di Ladispoli, della Natili di Tommencioni Giuliana & C. di Roma, dell’Azienda Agricola Campodimarta di Tarquinia, della Società Agricola Villaggio del Buttero di Tarquinia e della Palio Immobiliare di Roma. L’apertura delle buste è prevista per 1 ottobre. A tal fine è stata nominata una commissione tecnica, composta da un avvocato, un dottore agronomo, un architetto, il responsabile del procedimento e un perito demaniale. Una scommessa che ha trovato la risposta del mondo dell’impresa. Il tentativo di valorizzare e rilanciare la zona passa per questa meravigliosa pineta di circa venti ettari, affacciata sul mare, importante sia dal punto di vista naturalistico che paesaggistico. Le idee progettuali proposte saranno valutate in funzione dell’offerta economica presentata. Onere dell’aggiudicatario il rilascio dei permessi, dei nullaosta e delle concessioni necessarie, oltre la tutela e la difesa dell’area nelle more dell’approvazione. Siamo soddisfatti e impazienti di verificare le idee progettuali. Queste forme partecipate di sviluppo del territorio sono importanti ed efficaci, pongono la politica come recettore e partner delle scelte sul nostro territorio. Il politico tuttologo, spesso non si concilia con l’esigenza di trasparenza e confronto, che sono alla base della pubblica amministrazione».