Viterbo (Lazio) 13 novembre 2015

PAGINEaCOLORI 2015 – Roberta Angeletti e …quello che nasce

– «“L’unica cosa che abbia mai raggiunto il successo stando seduta è la gallina.” Sarah Brown – È certo che abbia un cervello di dimensioni ridicole e che tra i pennuti sia tra quelli meno eleganti e meno evocativi di “volo” e “libertà “… ma è pur vero che nessun altro animale come la gallina riesce a suggerire al nostro immaginario (e a quello infantile) l’idea della Nascita e di quella dimensione di accudimento, pazienza, amorevolezza che si realizza nel covare le uova e in quel tempo indeterminato dell’attesa di ciò che nascerà. Ecco il principale perché della… signora gallina come protagonista di questa X edizione di PaC, dedicata a …quello che nasce, che sia un pulcino… o qualunque altra cosa. E poi: la gallina è sì un animale sociale, ma è anche molto territoriale, capace di aggressività quando si tratta di difendere i propri spazi e i propri diritti! E quando si parla di diritti, non posso fare a meno di pensare al diritto di ognuno (che scaturisce da un umano bisogno), e di ogni bambino in particolare, di incontrare la bellezza, di farne esperienza, in qualunque forma questa si espliciti. Quest’anno peraltro PAGINEaCOLORI festeggia i suoi primi 10 anni ed è inevitabile per me la riflessione su ciò che ne ha determinato l’inizio, la Nascita, appunto. E allora penso al “prima”, alla sua gestazione, a ciò che nel tempo dell’attesa ha alimentato in me un desiderio di” fare”, di produrre “cose” nutrite di una convinzione profonda e di un proposito altrettanto preciso: voler offrire occasioni, condividendole, in cui l’esperienza della bellezza si potesse compiere attraverso libri e storie illustrate e che potesse confermare l’importanza dell’arte e della parola immaginata e disegnata (nei libri) nella formazione di ognuno, grandi e piccoli. Il tema della Nascita, in tutte le sue possibili accezioni, si configura dunque in questa X edizione come concetto universale dal quale peraltro affiorano interrogativi profondi (…ma da dove viene??? Come è nato? …e, naturalmente: è nato prima l’uovo o la gallina???) che riguardano l’idea dell’origine e dei meccanismi (creativi in senso lato) che la determinano. L’incontro con la bellezza (che molto ha a che fare con la creatività) quest’anno si realizza attraverso le opere dei ben 14 illustratori invitati e, come di consueto, attraverso esperienze di lettura, cinema, visite museali, incontri con l’autore o con l’illustratore, teatro, musica, laboratori, ovvero attraverso le tante attività (di cui con forza rivendichiamo la valenza educativa…) che abbiamo inserito nel nostro programma. Mi auguro che queste proposte possano ancora suscitare nel nostro pubblico (di piccoli e grandi), quella che Franco Lorenzoni definisce come “sospensione di incredulità”, quell’incanto che ferma il tempo nella contemplazione, nel godimento e nell’emozione della scoperta… “che è alla base di ogni arte e di ogni possibilità di godere dell’arte” e in cui, inoltre, “sta la radice della possibilità di incontrare ed aprirci ad altri mondi ed anche la tensione, ancor più importante, di non accontentarci di come va il mondo* ”. A nessun bambino, com’è ovvio, sarà chiesto di camminare sulle uova. Quindi ne aspettiamo tanti e a tutti loro le nostre galline saranno felici di fare un accogliente coccodè. Grazie a tutti.» (Roberta Angeletti – Direttore Artistico di PAGINEaCOLORI) — * Franco Lorenzoni, I BAMBINI PENSANO GRANDE, Cronaca di un’avventura pedagogica, Sellerio Editore. 2014