Trieste (Friuli-Venezia Giulia) 20 ottobre 2015

Orizzonti di senso e futuro della città, convegno venerdì 23

Nell’ambito della rassegna “Architettura, Cultura e Politica dialoghi fra discipline 2014-2015”, venerdì 23 ottobre, dalle 9 alle 18, nella Sala Maggiore della Camera di Commercio di Trieste, in Piazza della Borsa 14, Stazione Rogers organizza il convegno “Orizzonti di senso e futuro della città” dedicato alla riflessione sulle possibili strategie di sviluppo delle città e in particolare di Trieste. Diversi esperti nei settori architettonico-urbanistico, scientifico e culturale si confronteranno, fra loro e con il pubblico, con l’obiettivo di fare un censimento di idee, stimolando il dialogo fra le singole discipline, per individuare quale opera o azione specifica potrebbe giovare di più alla città nel prossimo futuro. L’iniziativa è organizzata con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia e del Comune di Trieste, con il patrocinio della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Trieste e in partenariato con l’Università degli Studi di Trieste, l’Ordine degli architetti P.P.C. della Provincia di Trieste, il Laboratorio di Filosofia Contemporanea, La Cappella Underground, Typos Associazione culturale, DESSA Arhitekturni center di Ljubljana.
Dopo l’intervento di apertura del convegno del moderatore Pierluigi Sabatti, nella prima sessione, dedicata al tema “Strategia degli interventi infrastrutturali e delle trasformazioni urbane nel futuro delle città”, svolgerà la relazione introduttiva l’architetto milanese Antonio Monestiroli. Sono previsti gli interventi di Zeno d’Agostino, Commissario straordinario dell’Autorità Portuale di Trieste, Paolo Vrabec, Presidente dell’Ordine degli architetti P.P.C. della Provincia di Trieste, Miha Dešman, del DESSA Arhitekturni center di Ljubljana, Andrea Dapretto, Assessore al Demanio, Patrimonio, Lavori Pubblici del Comune di Trieste, Giovanni Fraziano, dell’Università degli Studi di Trieste.
La seconda sessione è dedicata al tema “Avanzamento della conoscenza e sviluppo socio-economico”. Terrà la relazione introduttiva Paolo Possamai, Direttore del quotidiano “Il Piccolo”. Seguiranno gli interventi di Pier Aldo Rovatti, del Laboratorio di Filosofia Contemporanea di Trieste, Franco Rotelli, Presidente della Commissione Sanità del Consiglio Regionale del FVG, Sandro Scandolo, dell’International Centre for Theoretical Physics di Trieste, Oscar Burrone, dell’International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology di Trieste, Maurizio Fermeglia, Rettore dell’Università degli Studi di Trieste.
Nel pomeriggio, la terza sessione sarà dedicata al tema “Istituzioni e produzione della cultura”. La relazione introduttiva sarà tenuta da Guido Guerzoni, dell’Università commerciale Luigi Bocconi di Milano. Interverranno, quindi, Paolo Tassinari, Assessore alla Cultura del Comune di Trieste, Giovanni Pavan, Presidente della Fondazione Pordenonelegge, Giuliana Carbi Jesurun, dello Studio Tommaseo e Trieste Contemporanea, Chiara Valenti Omero, Presidente dell’Associazione Maremetraggio, Miloš Budin, Presidente del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.
Intorno alle ore 16.30 la Tavola rotonda conclusiva con Guido Guerzoni, Antonio Monestiroli, Paolo Possamai, Pierluigi Sabatti, Luciano Semerani.