Borghetto Lodigiano (Lombardia) 04 aprile 2017

La Passione secondo San Matteo al Tempio dell’Incoronata

L’associazione culturale Unitre-Lodi, con la collaborazione della Schola Gregoriana Laudensis, diretta da Giovanni Bianchi, proporrà domenica 9 aprile al Tempio Civico dell’Incoronata, a Lodi, “La Passione”, una sacra rappresentazione della Passione secondo San Matteo per voci recitanti, canto gregoriano, organo e percussioni.
L’evento, come è scritto nella sua presentazione, vuole essere “un tuffo nel passato alla scoperta della spiritualità medievale, un viaggio a ritroso verso quelle che furono le origini della musica occidentale e della polifonia, un’occasione unica donata alla cittadinanza di Lodi per approfondire sotto una luce nuova e suggestiva il testo integrale della Passione secondo San Matteo”.
La rappresentazione proposta, a metà tra drammaturgia e concerto, “si rifà alla tradizione medievale dei ‘Misteri’, rappresentazioni teatrali paraliturgiche in cui le compagnie teatrali mettevano in scena passi delle scritture o della vita dei Santi alternando l’azione scenica a canti di origine sia sacra che profana, ma di argomento sempre religioso”.
Gli attori Zelanda Gasparini, Marionatale Bossi e Enzo Aría, nei rispettivi ruoli del Cronista, del Signore e della Sinagoga, reciteranno il testo della Passione secondo San Matteo. Incisi musicali organistici, eseguiti dal prof. Maurizio Ricci sull’antico organo Domenico da Lucca del Tempio, e corali gregoriani o tratti dal Laudario di Cortona, affidati alla Schola Gregoriana Laudensis, con l’accompagnamento di percussioni medioevali del prof. Massimo Cigognini, evidenzieranno nella narrazione i momenti di particolare intensità o rilevanza teologica, creando effetti suggestivi.
La sacra rappresentazione avrà inizio alle ore 16.00 con ingresso libero.