Barano D'ischia (Campania) 27 settembre 2015

ISCHIA, DOPO DENUNCIA DI SAVIO RIPARATE PORTE DA CALCIO

GENNARO SAVIO: “FELICE ED ORGOGLIOSO CHE GRAZIE ALLA NOSTRA BATTAGLIA SONO STATE RIPARATE LE PORTE DEL CAMPETTO DEL TRIBUNALE E RESTITUITO AI GIOVANI ISCHITANI QUELLO SPAZIO PUBBLICO”

di Gennaro Savio

Per mesi, attraverso i nostri servizi giornalistici, abbiamo denunciato la presenza di pericoli assurdi nel campetto antistante la sede distaccata del Tribunale di Napoli a Ischia dove una delle due porte da calcio sarebbe potuta crollare addosso a qualche ragazzino visto che era tenuta in piedi da alcune pietre che ne circondavano i pali. Ma non è tutto. Infatti qualche giorno dopo anziché farla riparare, chi di dovere l’appoggiò pericolosamente alla ringhiera laterale con uno spuntone di ferro che sporgeva per circa mezzo metro ad altezza uomo e contro il quale avrebbe potuto sbatterci uno dei bambini che quotidianamente corrono dietro ad un pallone e ferirsi gravemente. Ebbene, dopo le nostre ripetute denunce giornalistiche, finalmente l’Amministrazione comunale di Ischia si è degnata di far mettere in sicurezza entrambi le porte e ora i ragazzi ischitani hanno nuovamente la possibilità di poter giocare all’esterno dell’ex Liceo Classico.

Personalmente sono felice ed orgoglioso che grazie alla nostra battaglia politica, sociale e giornalistica finalmente l’amministrazione comunale di Ischia abbia provveduto, com’era suo dovere fare, ad eseguire la riparazione delle porte da calcio presenti nel campetto antistante la sede distaccata del Tribunale di Napoli in via Michele Mazzella restituendo, così, ai giovani ischitani, dopo anni di vergognosa incuria da parte della giunta guidata da Giosi Ferrandino, uno dei pochissimi spazi pubblici a loro riservati. Peccato che ancora una volta ci sia voluto il clamore mediatico per far si che l’amministrazione Ferrandino facesse il suo dovere ed eliminasse i pericoli presenti in quel campetto. Nelle settimane scorse, così come già fatto in passato, abbiamo riacceso i riflettori anche sugli assurdi pericoli presenti al campetto dello “Spaltriello” che è giunto il momento di riportare ai vecchi splendori affinché i ragazzi di quella zona abbiano a disposizione una struttura sportiva sicura e gratuita. E se anche in quel campetto da anni regnano sovrani abbandono sociale e pericoli, la responsabilità politica è solo ed esclusivamente dell’amministrazione Ferrandino che in quasi otto anni di governo ha dimostrato di non avere amore per il proprio territorio e rispetto per i nostri figli che hanno il diritto costituzionale ad avere a propria disposizione strutture sportive pubbliche e gratuite in ogni quartiere. Quindi, caro Enzo Ferrandino, risparmiatevi i proclami e procedete a fare il vostro semplice dovere di amministratori: attivatevi per mettere immediatamente in sicurezza la struttura sportiva dello “Spalatriello” e di tutti i luoghi pubblici ischitani abbandonati al loro triste destino di incuria dal vostro malgoverno”.