Borghetto Lodigiano (Lombardia) 03 aprile 2017

“Il Tecnomorfismo di Walter Rasini” alla Chiesa dell’Angelo

Fino al 16 aprile è possibile visitare a Lodi, presso lo spazio espositivo dell’ex Chiesa dell’Angelo in via Fanfulla, la mostra “Il tecnomorfismo di Walter Rasini”. L’esposizione delle opere dell’artista lodigiano scomparso qualche anno fa, è curata da Tino Gipponi e realizzata con il patrocinio del Comune di Lodi e la sponsorizzazione di Mediolanum Private Banking.
Walter Rasini, morto nel 2012, era nato a Lodi nel 1937 e si era laureato in ingegneria elettronica presso l’Università degli Studi di Bologna. Proprio alla Chiesa dell’Angelo aveva presentato nel 1994 la sua ricerca artistica. Tappe successive importanti sono state nel 2000 la sua partecipazione alla Rassegna “Arte del fare” presso la Galleria civica d’arte moderna a Spoleto e la partecipazione a Tokio nel 2001 alla Rassegna “Ingegno del fare”. Il curatore dell’odierna mostra, Tino Gipponi, ha scritto nella presentazione del catalogo della rassegna: “Questa esposizione per brevi cenni antologica … testimonia la ricostruzione del lavoro di Walter Rasini che accoglie le suggestioni del ricordo, del tempo con le occasioni della vita, non disgiunte da aneddoti e emozioni trascritte su numerosi fogli”. Un’esperienza “cresciuta nel tempo sempremeno ondivaga di echi e influssi altrui, ma di perseverante sviluppo migliorativo con la sua ‘officina produttiva’ e il suo tecnomorfismo di ricerca fabbrile, fattuale, espressiva senza altra pretesa, ma con risultati di un certo gusto” non spesso comune nell’arte contemporanea.
La mostra, inaugurata sabato scorso, 1° aprile, è aperta al pubblico da martedì a domenica, dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00.