Capannori (Toscana) 17 febbraio 2017

Il Sogno d’Oro fa il bis a Capannori il 21 febbraio (4)

Importante appuntamento, da non perdere, alle ore 21.00 di martedì 21 febbraio al cinema Artè di Capannori, dove sarà proiettato il cortometraggio intitolato “Il sogno d’Oro” (ingresso gratuito). Un’idea arrivata dal mondo musicale grazie alla professoressa Carla Nolledi, unita al contributo scientifico dal mondo della psicologia grazie al supporto del professore Enrico Marchi, hanno reso questo film, realizzato dal giovane e brillante regista Simone Rabassini, un vero punto di riferimento nell’ambito delle attività di riabilitazione psicosociale, mettendolo alla ribalta non solo nazionale ma anche europea.
I protagonisti del film sono gli utenti dei Centri di riabilitazione mentale della lucchesia, attori e attrici che pur non essendo professionisti hanno saputo tirar fuori la propria personalità riuscendo ad esprimere anche con un gesto o con una parola stati d’animo intensi e profondi, talvolta anche straordinari. Il brano finale, “Il Sogno d’Or” di Giacomo Puccini (tratto dall’Opera “La Rondine”), che ha ispirato il titolo del film, cantato da tutti sul palco del Teatro del Giglio di Lucca, non solo rappresenta un alto momento musicale ma diventa come uno spettacolo di magia allo stato puro perchè non esiste alcun trucco che possa spiegare quello che si vede e si sente, se non quello di aver trovato la chiave “passpartout” capace di far uscire da ognuno degli intervenuti quell’Io dell’attore e del cantante che solo certi artisti riescono ad avere, e per questo il pubblico viene come “rapito” e fatto volare sulle ali della musica e del canto.
Il brano “Il Sogno d’Or”, apparentemente semplice, infatti, grazie alla sua grande intensità emozionale tipica della musica di Puccini, riesce a catturare lo spettatore facendogli scoprire nuove sensazioni.
La presenza dell’attrice Simona Generali e dell’attore Paolo Giommarelli arricchiscono sicuramente la storia, rendendola più fluida, a cui ha contribuito la sceneggiatura di Debora Pioli.
Le riprese, terminate il 9 novembre 2016, sono state girate in molteplici set naturali (o creati appositamente) sia a Lucca che sul lago di Massaciuccoli, dove il Maestro Giacomo Puccini ha vissuto. La maestria e il genio del regista Simone Rabassini, che ha curato anche la fotografia e il montaggio, sono riuscite non solo a raccontare l’esperienza vissuta dai protagonisti e di chi in un modo o in un altro li ha seguiti in questo percorso, ma a far avvertire prepotentemente ancora oggi la presenza di Puccini stesso, specialmente in quegli stessi luoghi anche oggi abitualmente frequentati, primo tra tutti il Teatro del Giglio.
Il tutto esaurito che era stato registrato lo scorso 13 dicembre al Cinema Astra di Lucca in occasione dell’anteprima del film, ha suggerito al Comune di Capannori ed all’Associazione “Il Sorriso di Stefano” di riproporre in questa nuova sede il cortometraggio, per consentire la visione a chi non aveva potuto partecipare, ma pure far rivivere certe sensazioni a chi aveva già avuto la fortuna di essere presente.
Tutto questo è stato realizzato con il supporto del Banco Popolare Cassa di Risparmio di Lucca, dell’Asociazione “Il Sorriso di Stefano” e di Alap (Associazione Lucchese Arte e Psicologia), in collaborazione con Teatro del Giglio, Puccini Museum-Casa natale, Fondazione Festival Pucciniano di Torre del Lago, Maria Gaddi Pepoli, cooperativa “La Mano Amica”, servizi di salute mentale adulti Zona di Lucca-Asl Nordovest, Associazione di promozione sociale “Archimede”, associazione “Conlamusica”, Insieme vocale “Nova Harmonia”, IsI Niccolo’ Machiavelli, Cineforum Ezechiele 25,17, Ottica San Leonardo di Gianluca Belpassi di San Leonardo in Treponzio, Squalottica di Massimiliano Mornelli di Capannori.
Nel dettaglio, ecco coloro che hanno partecipato alla realizzazione de “Il Sogno d’Oro”: Simone Rabassini (regia, fotografia e montaggio), Enrico Marchi (coordinamento scientifico e coordinamento di produzione), Carla Nolledi (direzione artistica e musicale), Debora Pioli (sceneggiatura), Simona Generali e Paolo Giommarelli (attori), Roberto Conti (aiuto regia), Katrina Siceva e Anita Arrighi (costumi e trucco), Daniele Addabbo (tecnico del suono), Elisa Martini (segretaria di produzione), Alida Bondanelli (ufficio stampa), Fabio Camillo, Lorenzo Marchi e Lorenzo Stanghellini (crew tecnica), Giovanna Selis (backstage), Valeriano Spirito (grafica).
Nelle foto, Carla Nolledi (direzione artistica e musicale) insieme a Katrina Siceva (costumista), Simona Generali (l’attrice che impersona il ruolo di Elisa, un’operatrice).