Trieste (Friuli-Venezia Giulia) 28 marzo 2017

Il Palazzo del Lloyd protagonista delle giornate del Fai

Il Palazzo del Lloyd Triestino, in piazza dell’Unità d’Italia, l’austriaca Piazza Grande, è stato a Trieste uno dei protagonisti, il 25 e il 26 marzo, della XXV edizione delle “Giornate Fai di Primavera”. Il Palazzo, progettato da uno dei massimi esponenti dell’eclettismo, l’architetto austriaco Heinrich von Ferstel (1828-1883) è oggi sede della Presidenza della Regione Friuli Venezia Giulia. La sua costruzione, voluta dal Lloyd Austro-Ungarico di Navigazione a Vapore, iniziò, con la posa della prima pietra, nel 1880, il 6 dicembre, giorno in cui ricorre la festa del patrono dei naviganti, San Nicolò, uno dei santi più amati a Trieste particolarmente nella sua veste di protettore dei bambini. I lavori di costruzione del Palazzo furono conclusi nel 1883. Nel corso del tempo l’edificio è stato sottoposto a ripetuti interventi per renderlo funzionale a nuove esigenze, ma sempre con molta attenzione per preservarne la struttura e l’estetica originale. Lo scorso anno, poi, in settembre, la Regione ha ripristinato nelle fontane raffiguranti Teti e Venere che adornano i lati della facciata, gli zampilli d’acqua.
L’evento Fai è stato salutato dalla presidente regionale Debora Serracchiani con orgoglio e non ha mancato di sottolineare quanto l’itinerario triestino, che interessava anche l’Istituto tecnico Nautico, evidenziasse opportunamente la vocazione marittima della città, proprio oggi stante il forte impulso di rilancio, impresso dall’Amministrazione regionale allo sviluppo della portualità che ha avviato un avvicinamento dello scalo triestino, che innesca una piattaforma logistica regionale sugli assi est-ovest e nord-sud, al primato vantato negli anni dell’Impero austro-ungarico.