Roma (Lazio) 02 aprile 2015

Eleonora Daniele testimonial Giornata Mondiale Autismo

Nel mondo dipinto di blu per la celebrazione della VIII giornata mondiale per la consapevolezza sull’Autismo, proclamata dall’ONU nel 2007. Sono tantissime le iniziative in programma per oggi in ogni parte del mondo ed in molte città d’Italia per iniziativa delle diverse Fondazioni, Associazioni delle famiglie, organi di informazione, Miur, che vogliono continuare a sensibilizzare tanti a voler “guardare negli occhi” persone speciali che non possono essere certamente lasciate da sole nell’indifferenza dell’egoista ed opulenta società nel continuare ad affrontare questa vincibile malattia. Bisogna andare avanti nella ricerca, ma anche continuare a pretendere l’attenzione delle Istituzioni ed in particolare, del mondo della cultura per evitare ulteriori segregazioni e favorire, invece, inclusioni nella società, nella Scuola, nell’Università, nello Sport e nel Lavoro di bambini e persone che esprimono diversamente le loro capacità relazionali, tra tante difficoltà; ciò al fine di consentire quella sinergia tra il loro mondo, con disturbi di linguaggio e assenza di gioco simbolico, ed il nostro in cui spesso si finisce per esagerare nel giocare con i Valori della vita. Sono tante le famiglie che continuano a misurarsi e confrontarsi da sole quotidianamente con i loro cari, ma tutto ciò non può essere solo una questione di affetto e di sensibilità nel vivere magari lontano dagli altri; c’è invece la necessità di avere intorno a queste famiglie tutti noi altri, per giocare insieme con linguaggi diversi, sguardi, semplici sorrisi, attenzioni, protezioni, verso persone che vanno sempre protette e mai abbandonate.
“CI SIAMO” è la manifestazione promossa dalla Fondazione Italiana per l’Autismo, in collaborazione con l’ANGSA, in programma questa sera a Roma, per la raccolta di fondi a sostegno delle attività, che vedrà la partecipazione di Giovanni Caccamo Duo, ed un testimonial speciale, la nota conduttrice e giornalista televisiva Eleonora Daniele, che attraverso, la sua solarità, dolcezza e sensibilità saprà soprattutto trasmettere i Valori necessari a richiamare la sensibilità di ciascuno di noi nei confronti di queste “persone speciali”. Parlare di autismo non è facile, per questo non poteva esserci scelta migliore rispetto a chi, come Eleonora Daniele, ha avuto da sempre contatti, rapporti, conoscenza su questa malattia, per aver vissuto, assistito, giocato, amato morbosamente il fratello Luigi, autistico sin dalla nascita e purtroppo scomparso lo scorso mese di febbraio.
Anche le Istituzioni hanno voluto dare un contributo significativo a questa giornata, con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha ospitato, ricevuto ed ascoltato i disagi e le richieste che giungono dalle famiglie e Associazioni dei circa 500.000 autistici del nostro Paese. “ La Costituzione – come ha ricordato il presidente Mattarella – recita come principio fondamentale quello del diritto al lavoro che comporta impegni che non possono essere disattesi e che vanno rispettati. La Repubblica deve fare tutto e molto di più di quanto oggi venga fatto per garantire una vita dignitosa e un lavoro corrispondente alle loro capacità per le persone affette da autismo”. Per il presidente Mattarella, “garantire la Costituzione significa rimuovere ogni barriera che limiti i diritti delle persone con disabilità, trovando forme e modi affinché lo Stato possa garantire una completa assistenza alle persone autistiche per tutto l’arco della vita: questo è infatti uno dei banchi di prova su cui si misura la civiltà di un Paese”.
Perché proprio il blu, che piaceva così tanto anche a Modugno, è stato scelto come colore per rappresentare questo disturbo dello sviluppo cerebrale? Quando nel 2007 le Nazioni unite decisero di istituire questa giornata, i promotori spiegarono che il blu, in quanto tinta enigmatica, ha il potere di risvegliare il senso di “sicurezza” e il bisogno di “conoscenza”, i due luoghi dove converge il mondo dell’autismo.
La maratona di oggi “Light it up Blue”, prevede una grande mobilitazione ed una campagna di informazione e di sensibilizzazione non solo sugli spazi messi a disposizione dai palinsesti televisivi, radio, internet, giornali, ma anche numerosi incontri-dibattito, conferenze, scambio di opinioni per confrontarsi sulle tante esperienze e per richiamare l’attenzione di altre sensibilità. Anche la puntata di stamane di Storievere, su Rai1, condotta da Eleonora Daniele, è stata dedicata alla Giornata mondiale sull’Autismo, in cui la consapevolezza di ciascuno di noi, è da augurarsi, non si limiti a sensibilizzarsi per una sola giornata.
Questa sera, invece, la Rai tornerà a parlare di autismo seguendo in diretta alle 21.05, sulla terza rete, la serata di gala promossa dalla Fondazione Nazionale per l’Autismo, in collegamento dalla Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, con la testimonial Eleonora Daniele che tra intervalli musicali di Giovanni Caccamo, vincitore di Sanremo giovani, accoglierà tanti ospiti in una serata dipinta di Blu, per far volare nel mondo una nuova consapevolezza per confrontarsi ed affrontare e superare le tante barriere dell’Autismo.