Roma (Lazio) 18 maggio 2015

Domenico Auriemma. Mister D Style, l’ottico dei vip è al top

D-STYLE è al top. L’ottico dei Vip Domenico Auriemma vive un momento d’oro: il suo marchio sta ottenendo importanti riconoscimenti. L’imprenditore campano è anche diventato papà di Antonia, nome di un suo nuovo modello.

Domenico, o mister D Style, sei felice?

Sono felicissimo, è una gioia indescrivibile tanto attesa desiderata e finalmente ottenuta, per questo ringrazio nostro Signore per avermi donato una figlia meravigliosa.

Com’è cambiata la tua vita?

Sicuramente è cambiata, perché è cambiato il senso della vita e di certo sono cambiate le prerogative e le priorità.

Com’è nato il modello “Antonia”?

Il modello “Antonia” nasce a pochi giorni dal lieto evento, così ho creato un modello pieno di pietre preziose, raffinato, elegante e regale, proprio come merita di indossare una regina. Siccome al momento mia figlia è appena nata , lo definisco creazione per la mia principessa “Antonia” realizzato in edizione limitata, infatti sono tutti esemplari unici sempre interamente realizzati a mano e in ogni singola parte.

Ci parli dell’incontro Reale avuto di recente?

La visita del principe Stefano mi ha riempito di gioia, perché davvero sono dei reali nell’animo sia lui che la principessa, ricchi di una umiltà inaudita. E’ stato molto emozionante, lo devo ammettere.

Hai ricevuto alcuni riconoscimenti di recente, vero?

Si , ho ricevuto sia un riconoscimento di gemellaggio con il loro regno sia come riconoscimento per il mio operato personalizzato per loro.

Prossimi progetti? Da cosa nasce cosa. Difatti, in virtù anche di questa sinergia con il principato di Monaco, del Montenegro e della Macedonia, ci sono delle forti possibilità che si generi del business tra loro ed il mio marchio “D-style”

Ci descrivi una tua giornata ideale, in stile D-STYLE?

La mia giornata ideale è quella di donare il sorriso a tutti quelli che scelgono di indossare una mia creazione, perché da parte mia, ci metto il cuore. Devo dire che mi rapporto sempre con chi mi sceglie, come se mi stessi rapportando con un mio genitore, impiegandoci tutta l’onesta, la passione , la sincerità. Così il mio lavoro lo svolgo con tutto l’amore del mondo proprio come un genitore merita.