Bolzano (Trentino-Alto Adige) 24 giugno 2017

Disponibile il nuovo libro sul trenino della Val Gardena

È disponibile nelle librerie e online il nuovo volume “Il trenino della Val Gardena”, dedicato alla storia di questa caratteristica linea ferroviaria di montagna. Un volume da non perdere per gli appassionati ferroviari.

La questione della ferrovia della Val Gardena ha acceso gli animi per due decenni sin dai tempi della monarchia austroungarica: tutte le stazioni climatiche della valle Isarco ambivano essere punto centrale della ferrovia turistica. Fu infine la dichiarazione di guerra da parte dell’Italia a rendere necessaria la costruzione della ferrovia, per assicurare l’avanzamento del fronte delle Dolomiti nella Prima Guerra Mondiale. La ferrovia costruita a tempo di record in cinque mesi da 6000 prigionieri di guerra russi, in condizioni disumane, fu una prestazione pionieristica che non andrebbe dimenticata.

Sono passati 101 anni dalla costruzione della linea, realizzata per fini militari nel 1916 e rimasta in servizio civile fino al 1960, ma la memoria non si è mai spenta nel cuore degli appassionati e nei ricordi di turisti e valligiani, cosi come la speranza di una ricostruzione conquista ancora le pagine dei quotidiani e le discussioni della politica.

Nel dicembre scorso, in occasione dell’inaugurazione della restaurata locomotiva R410.004 monumentata a Ortisei, è stata presentata l’edizione tedesca del libro di Elfriede Perathoner dedicato alla storia della linea.

L’edizione italiana, disponibile da alcuni giorni nelle librerie Athesia e online, contiene un capitolo aggiuntivo sul restauro, nuove foto e molte correzioni ed aggiornamenti tecnici, ed è stata realizzata con contributi di Georg Fischnaller, Wittfrida Mitterer e la consulenza tecnica di Werner Schröter e Paolo Sutto. La documentazione fotografica con molte immagini inedite è di Albert Moroder.

Il trenino della Val Gardena
ISBN 978-88-6839-215-4, Libro Rilegato di 256 Pagine, Edizione 2017 Athesia, € 36