Torre Del Greco (Campania) 07 gennaio 2018

DEIULEMAR: TRUFFATI SENZA RISTORNO. BEFANA CONNECTION …

E dopo Babbo Natale anche la Befana non ha portato i propri soldi (non regalo) agli obbligazionisti Deiulemar. Nonostante tutto, questa miseria di 1% che deve arrivare, tra bonifici e assegni e tra a chi arriverà prima e chi li riceverà dopo, ci porterà in Primavera e cosicchè, essendo le casse vuote o perlomeno, la “costituita cricca” così ci faranno credere, ci porterà a fine estate se non pure autunno per il prossimo riparto, ancora un’altra elemosina? Purtroppo non c’è nessun Masaniello che tira il popolo e ancora purtroppo chi si è autoproclamato rappresentante degli obbligazionisti lo è solo per proprio rendiconto. Qualcuno avanza qualche iniziativa? Nemmeno a parlarne, mica il Comitato dei Creditori s’è costituito per proporre, anzi, abbiamo perso, Noi liberi obbligazionisti, anche ciò che avevamo ottenuto con la cacciata triade milanese, cioè di incontrare periodicamente le Curatele per quelle poche e vaghe notizie riuscivano a dare. Curatele e CdC il male dell’informazione agli obbligazionisti, la superbia di chi si è creduto intellettualmente superiore e la prepotenza che le informazioni dovevano e devono ancora essere ad uso e consumo loro. A nulla sono servite le denunce alla procura di T/A sulla bella vita che continuano a fare i condannati, tra ultime feste di compleanno e addirittura ad inaugurare un Mac Donald. E come non criticare la riduzione di pena di tutti i condannati; per Noi l’America è lontana, non abbiamo la legge americana che ha condannato Madoff a 150 anni di reclusione. Francamente rinuncerei a questa miseria finora ricevuta di ristorno dei soldi se i delinquenti truffatori avessero scontato questi primi 6 anni in galera ed invece niente, parafrasando G. Falcone, lo Stato Mafia non protegge i truffati e se i telegiornali non parlano più di notizie di Mafia contro lo Stato è perchè hanno un patto tra di loro.