Torre Del Greco (Campania) 09 luglio 2014

DEIULEMAR: SOLO UNA CONDANNA ESEMPLARE TOGLIE DUBBI.

Alcuni mesi, dopo la scoperta della truffa eseguita con premeditazione dalle tre famiglie di Armatori Torresi DEIULEMAR, tutte e tre le famiglie scrissero una lettera aperta agli obbligazionisti ove, ancora premeditatamente, parlavano di una crisi del settore marittimo e non della truffa preparata ad arte per mettere in mutande gli obbligazionisti torresi. Ancora una volta gente senza scupoli, parlavano di dialogo, impegno e restituzione dei soldi. Dopo la morte di Michele Iuliano, invece, si è pensato solo di continuare a fottere i torresi. Morte di Iuliano che rimarrà un mistero a vita poichè qualcuno ha avuto fretta di cremarlo. Siamo a poco meno di 48 ore dalla probabile sentenza della Procura di Roma………speriamo in una condanna esemplare e al di sopra delle aspettative della gente. Ogni segno di favoritismo della pena sarà accolto come segnale dei problemi che ci sono nella Procura di Roma, ove i giornali riportano gravi casi di corruzione. SEGUE LA PIETOSA LETTERA di questi delinquenti: LETTERA APERTA DELLE FAMIGLIE DELLA GATTA BOCCIA, IULIANO E LEMBO AI CONCITTADINI DI TORRE DEL GRECOA seguito del coinvolgimento della nostra azienda e delle nostre famiglie in questa brutta vicenda che riguarda l’impossibilità dell’azienda di rispettare i suoi obblighi finanziari, sentiamo il bisogno di esprimere innanzitutto il nostro grande dispiacere per quanto sta accadendo. Nello stesso tempo, per quanto ci è possibile, vorremmo spiegare la nostra posizione e il nostro impegno per riuscire a dare il massimo contributo perché tutto si concluda nel migliore dei modi possibili.Vogliamo però fare un passo indietro e spiegare, anche ai più giovani, da dove siamo partiti. Nel 1969 Della Gatta, Iuliano e Lembo hanno costituito la Deiulemar e hanno compiuto insieme un lungo cammino condiviso con la città. Ci sono stati successi ma anche difficoltà. Quello che ci sentiamo di dire è che abbiamo sempre fatto del nostro meglio, lavorando con il massimo impegno, contribuendo allo sviluppo economico del territorio e creando posti di lavoro, cercando nel nostro piccolo di far partecipare voi tutti al nostro progetto: quanti nelle nostre famiglie sono imbarcati oppure occupati nelle nostre attività?La persistente crisi economica mondiale, che ha messo in grave difficoltà anche tutto il settore della navigazione, ci ha colpito fortemente: per questo, insieme sicuramente a degli errori, lo riconosciamo ci troviamo in questa situazione nella quale mai ci saremmo voluti trovare.Oggi il nostro impegno è quello di mettere a disposizione, il nostro patrimonio, il nostro lavoro e la nostra volontà di trasparenza nei vostri riguardi e nei confronti della città tutta dove viviamo e stiamo crescendo i nostri figli. La nostra collaborazione è massima anche nei confronti degli organi preposti agli accertamenti per riuscire a trovare una soluzione condivisa e concordata. Comprendiamo la rabbia della gente. Comprendiamo le fiaccolate, le proteste, ma vogliamo fare appello alla comune volontà di trovare una soluzione e speriamo che questa lettera, scritta con sincerità, possa essere riconosciuta come impegno a trovare un modo per risolvere i problemi provocati alla cittadinanza tutta di Torre del Greco, e come sprone per riprendere insieme un dialogo iniziato 45 anni fa. Le famiglie Della Gatta Boccia, Iuliano e LemboTorre del Greco, 10 aprile 2012Riletta a due anni di distanza deve dare come risultato nessun sconto e pietà nella pena. Torre Del Greco, 09 Luglio 2014