Brembio (Lombardia) 12 agosto 2015

Cordoglio in paese per la tragica fine di un quattordicenne

C’è cordoglio a Brembio per la tragica morte del quattordicenne Angelo Ronca nell’incidente avvenuto lunedì sera sull’autostrada A1 a Lodi, mentre viaggiava sull’autogrù del soccorso stradale del padre. Originario di Ossago il giovane si era trasferito con la famiglia a Brembio, dove quest’anno aveva frequentato la seconda media.
Secondo una prima ricostruzione della polizia stradale, riportata dal quotidiano Il Giorno, l’incidente sarebbe stato causato dallo scoppio del pneumatico anteriore destro del mezzo di soccorso del padre, che ha sbandato, sbattendo contro il guardrail, e successivamente si è ribaltato giù dalla scarpata finendo nel parcheggio del cimitero di Pieve Fissiraga. Il ragazzo, che si trovava nella torretta di comando della gru, è stato schiacciato tra le lamiere dal braccio meccanico staccatosi a causa dell’urto. Il padre, rimasto intrappolato nell’abitacolo del mezzo, ha riportato traumi al torace e al volto e dopo il ricovero in ospedale d’urgenza ha subito l’amputazione di due falangi alla mano sinistra. Più fortunato il terzo passeggero, un bulgaro residente a Miradolo Terme, che è stato sbalzato fuori dall’abitacolo dove occupava il posto del passeggero. Illesi i conducenti di un auto e di un trattore colpiti dai frammenti del pneumatico esploso.
La salma del ragazzo è stata portata nella camera mortuaria dell’ospedale di Lodi. I funerali si svolgeranno domani, giovedì 13, alle ore 10.30 nella Chiesa Parrocchiale di Brembio, le spoglie mortali del giovane saranno quindi tumulate nel cimitero di Brembio.