Roma (Lazio) 16 dicembre 2017

Amministrazione di Ponzano Romano – QUELLA SPORCA DOZZINA

IL BIOSINDACO TORNA PER L’ENNESIMA???!!!! (dice lui) VOLTA SULL’ARGOMENTO BIOMETANO, ECCO LA SQUADRA A FAVORE DEL BIOMETANO. Vorrei rivolgere questo messaggio ai cittadini di Ponzano Romano ed a tutte quelle persone dei paesi limitrofi della Valle del Tevere preoccupati dall’idea della Centrale di Biometano. Il Sindaco De Santis scrive il solito post oggi 16 Dicembre non a caso, infatti oggi vi è una conferenza a Sant’Oreste alle 17:30 presso il teatro comunale, a cui siete tutti invitati, per far maggior chiarezza sul tema visto che l’amministrazione comunale non si apre al confronto. Con questo Post De Santis Quindi punta alla “destabilizzazione”, uno dei trucchi di comunicazione più abusati negli anni 90, uscendo allo scoperto e con dei contenuti che offendono l’intelligenza dei suoi cittadini. Andiamo ai fatti, nel post il sindaco esordisce con “questa mattina PER L’ENNESIMA VOLTA voglio dare una spiegazione…” e qui mi sono sentito preso in giro, offeso perché mi sono chiesto quali siano state le comunicazioni fatte dal sindaco ai cittadini su questo tema. Semmai il Sindaco è famoso per non parlare ai cittadini che fanno domande scomode, bloccandoli su facebook o non rivolgendogli la parola. Il signor Sindaco continua a prendere in giro i suoi cittadini, continua a comunicare solo frammenti di dichiarazioni e non sta sul vero problema: nella zona dove vuole realizzare la centrale sussistono dei vincoli paesistici “non rimovibili” ed aggiungo. Sono “gli effetti” di questi impianti a generare problemi alla Salute (fonte ISDE), come la loro alimentazione (mezzi di trasporto da voi indicati, sottostimandoli in 50-60 camion al giorno) e/o il deposito nel compost ed il digestato finale. Siamo alla CONSUETA PROMESSA DI POSTI DI LAVORO (non parliamo di posti ministeriali o nel management di una azienda ma di andar a spalare “compost di qualità” al minimo sindacale) credo che i cittadini di Ponzano possano ambire a qualcosa di più e che il loro valore sia più elevato. Quindi sembra confermato che il Comune voglia emulare il modello sogliano costituendo una new-company entrandovi nel capitale sociale. Il Sindaco è la massima autorità sanitaria del paese ma LA SUA CREDIBILITA’ E’ SVANITA perché vittima di se stesso. Su questa storia ci sono chiare responsabilità di omissione di informazione ai cittadini violazione ogni principio etico, di buon senso oltre che del “principio di cautela”. Sono circa 3 anni che stanno progettando questa centrale nelle stanze buie del comune, negando a chi chiedeva informazione per poi deliberare in soli 15 minuti la “pubblica utilità” in modo illegittimo, poiché la delibera è priva di documenti che garantiscano la salute pubblica ed il rispetto ambientale dichiarata dal sindaco nel post, mi riferisco ad atti pubblici richiesti da cittadini ed enti che equivalgono a una mera corrispondenza tra la Sogliano Ambiente spa e l’amministrazione di Ponzano Romano. I cittadini sono rimasti al buio, non hanno partecipato alla causa, sono stati oscurati, bloccati sui social e poi strumentalizzati al consenso. Le uniche attività di informazione sono venute da alcuni cittadini informati e responsabili e dai comitati che si stanno attivando. Ma c’è una cosa che il Sindaco de Santis non vede dall’alto della saccenza e sicurezza e qui mi taccio. Noi diciamo NO come tutti i cittadini di Ponzano Romano ed i cittadini della . Valle del Tevere. Voi tutti sotto in foto siete responsabili di ciò’ che state consegnando all’ambiente, ai vostri figli, amici e nipoti. Tra qualche anno non farete più parte di questa amministrazione ma lascerete questa eredità all’ambiente. Non si può’ aver stima di chi nasconde, confabula e delibera senza supporti reali e concreti. Guardando la foto sotto mi viene spontaneo un brindisi “…alla Salute, la Nostra.