San Lucido (Calabria) 04 novembre 2018

Abusivismo edilizio ed ecomostri: quanto cemento sull’Alto Tirreno Cosentino

Abusivismo edilizio ed ecomostri: quanto cemento sull’Alto Tirreno Cosentino
Dove le aree protette sono un miraggio. Inesistenti sul Tirreno, presenti solo nel crotonese e nel cosentino, sullo Jonio, con l’area naturale marina di Capo Rizzuto e la riserva naturale Foce del Crati. Il mare in Calabria negli ultimi 60 anni è avanzato in maniera esponenziale divorando 8,4 chilometri quadrati di costa. Sul fronte dell’erosione costiera neanche la Campania è riuscita a fare peggio con i suoi 2,2 chilometri quadrati di avanzamento di linea di costa. A testimoniarlo sono i dati cristallizzati dal report publblicato nel 2017 dal WWF ‘Cemento Coast to Coast. Venticinque anni di natura cancellata dalle coste italiane’ in cui viene stilato un elenco delle maggiori criticità dalla provincia di Cosenza a Reggio Calabria.