Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Rio Nell'elba (Livorno, Toscana) - 16 Maggio 2017

lo spettacolo delle "miniolimpiadi " di RIO NELL'ELBA

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Una grande festa all’insegna dello sport, dell’aggregazione e della solidarietà che ha richiamato a Rio nell’Elba centinaia di persone da tutta l’isola per assistere allo spettacolo della quinta edizione delle Mini Olimpiadi con protagonisti indiscussi gli oltre 470 bambini delle scuole dell’infanzia elbane. La manifestazione di martedì 16 maggio organizzata dal Presidente della Polisportiva Gaetano D’Auria con il Patrocinio della Regione Toscana e del Coni è stata una giornata da incorniciare. A sottolinearne l’importanza anche la lettera del Ministro allo sport Luca Lotti che all’ultimo momento non ha potuto partecipare di persona. Madrina della quinta edizione delle Mini Olimpiadi la campionessa di pattinaggio artistico, medaglia d’argento agli ultimi mondiali, Giada Cavataio.

La festa è iniziata con la sfilata e l’esibizione delle coloratissime scuole. Poi spazio ai giochi e alle attività in campo. Il tutto con il supporto e il tifo dei genitori che hanno gremito gli spalti. Durante l’evento sono stati premiati i piccoli della Polisportiva Rio nell’Elba con il riconoscimento del Coni per il loro esemplare comportamento verso il compagno di squadra Maurizio, nella nota vicenda trattata anche da “Striscia la notizia”. Spazio anche al ricordo di tre amici dello sport elbano, recentemente scomparsi, Paolo Castells, Ettore Galli e Salvatore Di Mercurio. La manifestazione aveva come obiettivo anche quello di raccogliere fondi per la Fondazione Tommasino Bacciotti, arrivata da Firenze con il camper della associazione. Presenti le scuole dell’infanzia di Rio nell’Elba, di Rio Marina, di Cavo, “Battaglini” di Marina di Campo, “Albertolli” di Capoliveri, “Tonietti” e “San Giovanni” di Portoferraio, “Il poggetto” e “Aldo Moro” di Porto Azzurro.