Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
L'aquila, Abruzzo - 3 Aprile 2012

Trofeo Infn Gran Sasso Assergi Racconta

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

La voglia di stare insieme, il desiderio di divertirsi sfidandosi sulla neve naturale di Campo Imperatore, l'entusiasmo nella partecipazione e la giornata stupenda dal punto di vista climatico sono stati gli ingredienti genuini che hanno contribuito al pieno successo della giornata di sport e di allegro conviviale vissuta da chi ha partecipato al "Trofeo INFN Gran Sasso Assergi Racconta".

La manifestazione sciistica, giunta all'ottava edizione, organizzata da "Assergi Racconta" e dall'INFN, ha portato in pista più di 100 appassionati, tutti ben decisi a mettersi alla prova nel percorso di slalom gigante tracciato dal Direttore della Scuola Sci di Assergi, Luigi Faccia.

Il vincitore dell'8° Trofeo INFN Gran Sasso Assergi Racconta è Federico Ciocca, il quale con lo strabiliante tempo di 00:35,94 strappa il titolo alla detentrice dello scorso anno Elena Matronola. Ciocca, 17 anni, aquilano di Bazzano, è un atleta dello sci club Paganica che vanta un'ottima posizione nel ranking dello sci abruzzese, essendo tra i primi della regione. Batte il super favorito Fausto Grottini.

Ricercatori, tecnologi, tecnici ed amministrativi si sono confrontati in gara con il Presidente INFN, Fernando Ferroni, il quale, per la prima volta, ha partecipato alla competizione, apprezzando sia l'iniziativa, sia la puntuale organizzazione.


Una nutrita schiera di sciatori della sezione INFN-Roma1, capitanati dal "leader storico" Riccardo Vacri, ha dato battaglia a colpi di sciolina alla locale squadra dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso capitanata dal campione (teorico...) Gianni Alessandri, valente tecnico dei LNGS, meno competitivo che in passato, ma comunque vincitore del premio "Ski Theory".
Nonostante la squadra INFN Roma1 abbia portato con sè anche il campione Danilo d'Angelo, la battaglia ha visto vincere gli atleti dei LNGS, ai quali vanno i primi tre posti della classifica INFN.

Per vedere il primo atleta di Roma1 bisogna scorrere la classifica fino alla 27a posizione del capitano Riccardo Vacri. A Roma 1 va anche il premio speciale "Look of the Year" sempre grazie al suo Danilo D'Angelo.

Hanno altresì ben figurato sulla neve sia Cristiano Galbiati, della Princeton University, che, con la sua famiglia ha raggranellato innumerevoli trofei, sia Bob Stammer (cugino USA di Paolo Rossi), praticamente dei neofiti sulle piste di Campo Imperatore.

Anche i collaboratori dell'IVRI hanno fatto un'ottima figura: il più veloce è stato Franco Mosca, che, pur di ottenere questo risultato, si era allenato a Madonna di Campiglio, Campo Felice e Roccaraso. Citazione particolare per Mauro Del Vecchio, tornato sulle piste con notevoli problemi al ginocchio, soffrendo a denti stretti, pur di prendere parte alla gara.

Ottima figura sulla neve per Simonetta Nardoni e i suoi colleghi del Parco Nazionale del Gran Sasso. Tra i tanti assergesi che hanno partecipato alla gara vogliamo segnalare il crescendo inarrestabile di Emanuele De Simone .

Da segnalare la magnifica prestazione di Marco Tobia, VIII nella graduatoria generale, preceduto solo dai più blasonati maestri di sci ed atleti professionisti del ranking regionale. Il tempo realizzato gli ha garantito il primo posto nella prestigiosissima graduatoria riservata ai dipendenti dell'INFN; immediatamente a ruota, in questa categoria, un infiltrato clandestino di Campo Felice, Federico Gabriele, alla sua prima partecipazione.
Surclassati i ben noti ed acerrimi rivali, Gianni Alessandri e Fabio Bonanni del Team di Luigi Faccia. L'allenatore di Bonanni fa notare che il suo atleta si è migliorato di ben 25 secondi rispetto alla scorsa edizione.

Gli atleti sono stati premiati dal Direttore dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso, Lucia Votano, e dal Presidente INFN, Fernando Ferroni, nell'accogliente ristorante "da Maria", che, con la sua cordialità e con la sua competenza eno-gastronomica, risulta essere, ogni anno, uno degli ingredienti di successo della manifestazione.


Anche questo breve resoconto vuole testimoniare lo spirito goliardico con cui è stata organizzata e gestita l'intera manifestazione: un grazie particolare ai membri dello staff che, con il loro impegno ed il loro entusiasmo, hanno permesso il successo di una riuscitissima manifestazione che negli anni acquista sempre maggior importanza e fascino.