Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Afghanistan, Estero - 20 Febbraio 2012

Shindand, Afghanistan: quando i fiumi fanno paura

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Non è automatico l'accostamento tra fiumi in piena e Afghanistan. Eppure quando questi fiumi si ingrossano, come è avvenuto nelle ultime 24 ore, fanno paura: di fatto non hanno argini, allagano zone semidesertiche o campi. Ma passano anche nei centri abitati, come nel distretto di Shindand. Proprio un fiume come questo, che ha causato la morte di nostri tre militari del 66° reggimento fanteria "Trieste", di Forlì, schierato in Afghanistan. Queste immagini riprese da un Predator dell'Aeronautica mostrano una esondazione degli scorsi mesi nel villaggio di Dahayran, che non è lontana da dove è avvenuta la tragedia di oggi. In quel caso gli italiani poterono aiutare, anche grazie alle immagini dell'aereo senza pilota in uso alle nostre forze armate, la popolazione civile. E i soldati di oggi sono morti mentre svolgevano un'operazione per la sicurezza dell'area, al momento particolarmente sotto l'attenzione del comando italiano di Herat, su base della brigata Sassari, perchè si tratta di una zona ritenuta particolarmente "delicata"