Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Ischia (Napoli, Campania) - 30 Agosto 2009

Scuola Materna Fatiscente A Ischia - Video Di G. Savio

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Servizio giornalistico realizzato da Gennaro Savio, Direttore di PCIML-TV, www.pcimltv.blogspot.com. Per contatti: pcimltv@alice.it - gennarosavio@gmail.com
Nonostante le denunce del PCIML e le promesse degli Amministratori di Ischia
A POCHI GIORNI DALLA RIAPERTURA, ALLA SCUOLA MATERNA DI CARTAROMANA PERSISTONO ABBANDONO E PERICOLI
Nel mese di maggio con un servizio giornalistico la televisione on line del PCIML denunciò lo stato di abbandono e di pericolo in cui versava l'edificio della scuola materna di Cartaromana dai cui cornicioni sono caduti calcinacci e sono fuoriusciti i tondini arrugginiti visibili da centinaia di metri. Gennaro Savio portò la denuncia sino agli studi di RaiTre mostrando le foto dello scandalo. Allora, probabilmente perché eravamo in piena campagna elettorale e il Sindaco di Ischia era candidato alla Provincia, gli Amministratori comunali garantirono un intervento che sembrava persino già programmato. Intanto la stagione estiva sta finendo e la scuola sta per riaprire i battenti ma sino a questo momento la situazione all'istituto Onofrio Buonocoro non è cambiata affatto. Questo significa che tra pochi giorni i nostri bambini rientreranno a far lezione in un plesso vecchio, abbandonato e fatiscente: che vergogna! Realizzato in merito da PCIML-TV un nuovo servizio giornalistico di denuncia.

dalla Redazione di PCIML-TV *

Circa tre mesi fa, con un dettagliato servizio giornalistico video, denunciammo lo stato di pericolo e di abbandono in cui versa la scuola materna di Ischia Ponte "Onofrio Buonocore". Mostrammo le immagini dei calcinacci che solo a seguito di segnalazioni e proteste, furono fatti cadere prima che potessero crollare dal cornicione che si trova proprio all'ingresso del plesso e che se si fossero staccati improvvisamente, avrebbero potuto colpire e ferire i bambini che frequentano la scuola. Incredibile! Ma non è tutto. I tondini presenti all'interno del cornicione di cemento armato e che si notano dalla strada, sono del tutto arrugginiti e questo elemento preoccupa non poco perché, essendo vecchio lo stabile, non è da escludere che anche i tondini dei solai delle aule possano essere arrugginiti e che prima o poi, dunque, si potrebbero staccare calcinacci anche all'interno dell'edificio frequentato da bambini in tenera età. Persino dal cornicione di un'aula che affaccia sul cortile della palestra, a causa dello staccamento di calcinacci, si notano i tondini vecchi e arrugginiti che fuoriescono dalla struttura. Chiedemmo con forza un intervento immediato e portammo la nostra denuncia sino a RaiTre dove Gennaro Savio, nel corso di una diretta, mostrò le foto della vergogna.
Allora, probabilmente perché eravamo in piena campagna elettorale e il Sindaco di Ischia era candidato alla Provincia, gli Amministratori comunali garantirono un intervento che sembrava persino già programmato. Da allora sono passati circa tre mesi e a pochi giorni dall'inizio del nuovo anno scolastico non c'è stato nessun tipo di intervento sullo stabile che ospita le aule della scuola materna.
Questo significa che tra pochi giorni i nostri piccoli bambini saranno costretti a tornare tra i banchi di scuola di un istituto fatiscente e abbandonato e la cosa tiene senza dubbio in apprensione i loro genitori. Che vergogna!
E pensare che in Italia sono state tante le tragedie che si sono verificate a causa della fatiscenza degli edifici pubblici e in modo particolare delle scuole, tragedie che purtroppo non sono servite a nulla. Ma d'altronde questo è il Paese dei falsi moralismi e dell'ipocrisia diffusa dove quando crollano le scuole e si registrano immani tragedie che vedono coinvolti innocenti piccini, politici e rappresentanti istituzionali sembrano strapparsi le vesti di dosso dalla disperazione e facendo passerella davanti alle telecamere delle televisioni promettono sopralluoghi e interventi a tappeto su tutto il territorio nazionale a difesa dell'incolumità dei nostri ragazzi. Passato poi il momento del dolore e della commozione, le Istituzioni dello Stato dimenticano in fretta le promesse fatte, continuano a far studiare i nostri figli in scuole fatiscenti e pericolose per riparlare puntualmente del problema solo nel momento in cui si verifica una nuova tragedia, quando cioè ormai è inutile e troppo tardi.
Ritornando al plesso scolastico di Cartaromana, se l'Amministrazione comunale dovesse continuare a fare orecchio da mercante, chiederemo che i Vigili del Fuoco effettuino un immediato sopralluogo per rassicurare, quantomeno, la cittadinanza circa le condizioni statiche della scuola materna ischiapontese.

* www.pcimltv.blogspot.com

Più visti della settimanaTutti