Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Milano, Lombardia - 13 Febbraio 2010

Scontri E Rivolta In Viale Padova A Milano

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Almeno un centinaio di stranieri stanno dando vita a Milano, a una rivolta nella zona periferica di via Padova, uno dei quartieri più multietnici del capoluogo lombardo dopo l'omicidio di un giovane egiziano da parte di sudamericani, avvenuto a coltellate. Dopo la notizia della morte dell'uomo, avvenuta in ospedale, sono iniziati gli assembramenti..Gruppi di nordafricani hanno quindi iniziato a spaccare auto e a danneggiare negozi prevalentemente gestiti da sudamericani. Nell'episiodio dell'omicidio altri due stranieri sono rimasti feriti: uno della Costa d'Avorio, all'arto superiore, e l'altro anch'egli extracomunitario, ma non se ne conosce ancora la nazionalità, portati rispettivamente all'Istituto Città Studi (la Santa Rita) e al san Raffaele

Secondo quanto riporta l'agenzia Ansa gruppi di nordafricani infuriati non si stanno limitando ai danneggiamenti, ma hanno aggredito anche alcune persone, prevalentemente di etnia latino-americana. Al momento non è noto se ci siano persone ferite in modo serio. Sul posto stanno convergendo tutte le forze dell'ordine disponibili. L'omicidio, avvenuto alle 17,40 per strada in via Padova all'altezza del numero civico 80, secondo una prima ricostruzione della Questura, è da un diverbio nato per motivi banali fra tre africani e cinque latino-americani su un autobus. I gruppi, scesi dal mezzo pubblico, si sono affrontati. Un egiziano di 19 anni, raggiunto da una coltellata al torace è morto quasi all'istante. Gli altri due sono stati feriti, ma non sono in pericolo di vita. Quando medici e polizia, terminati i rilievi, stavano rimuovendo il corpo sono iniziate le proteste che si sono fatte sempre più violente tanto da richiedere l'intervento delle forze dell'ordine