Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Tremestieri Etneo (Catania) - 20 Settembre 2010

Raffaele Lombardo,Governatore di Sicilia "veggente"

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Il Presidente Raffaele Lombardo,a Tremestieri Etneo (CT) inaugura una scuola e si manifesta "veggente". Gli chiediamo se fosse già a conoscenza che la scuola è stata costruita "accanto" ad una delle più pericolose e attive faglie del territorio etneo ( la Trecastagni - Tremestieri), lui "profeta", assicura che per i prossimi 100 anni scolastici non succederà nulla! Profetizza pure: "che la faglia in ogni caso non aprirebbe una voragine, nel caso avremo il tempo di lasciarla..." . In altre parole, sminuisce il tutto trasformando il negativo in positivo... certamente non poteva fare uno sgarbo andando contro al sindaco che lo aveva invitato all'inaugurazione, che tra l'altro è del suo stesso movimento politico. Nell'intervista, gli abbiamo comunicato che erano scomparsi i sigilli del sequestro (apposti dalla PG.), di diverse particelle di terreno all'interno del lotto della scuola, poiché ancora inquinate. Il Governatore dribbla, e dice di attendere di sapere cosa dice la Procura della Repubblica di Catania. Questa scuola è stata costruita lì "a tutti i costi", come se a Tremestieri Etneo, mancavano terreni più idonei e più sicuri per costruire una scuola. Quali sono i problemi? Questa scuola come abbiamo già detto è stata costruita accanto ad una delle più pericolose e attive faglie del territorio etneo. L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Catania raccomanda di allontanarsi il più possibile dalla linea di faglia ma, l'amministrazione di Tremestieri Etneo, la sposta di circa 15 mt o poco più. Il lotto di terreno è oggetto di azione penale da parte dei proprietari, contro la P.A. di Tremestieri Etneo per abuso di autorità, poiché non avrebbe regolarizzato l'esproprio; questo lotto di terreno è stato oggetto di ripetuti sequestri da parte della PG, poiché utilizzato per occultare rifiuti speciali. La Procura della Repubblica di Catania - in seguito, dissequestra solo due particelle, previa bonifica dei luoghi (solo quelle dove ora esiste la scuola), ma non dissequestra le altre tre particelle che, tuttora risultano ancora sequestrate. Ciò nonostante, i sigilli sembrerebbero spariti e la scuola è stata ugualmente costruita. Nel traslare la costruzione, e quindi non costruendo a cavallo della faglia, come in un primo momento si stava per fare (i lavori sono stati fermati in tempo da un valente ingegnere, Gianfranco Caudullo, che a quel tempo lavorava per la P.A di Tremestieri Etneo), si avvicina l'immobile ad una officina di carrozzeria (adiacente al lotto della scuola), con relativo comignolo di sfiato dei fumi e delle polveri sottili prodotte dal forno. Lo sfiato del forno da proprio sul cortile della scuola ed è alla stessa altezza dell'immobile, e forse anche più basso. Insomma, i bambini hanno: la faglia accanto, i fumi dell'officina di carrozzeria, alcune particelle inquinate all'interno dello stesso lotto di terreno dove ora c'è la scuola. C'è di tutto per essere una scuola "in..sicura". Addirittura, era stata istituita, su volere del dott.Santo Nicosia - a quel tempo consigliere comunale - una Commissione per la faglia - istituitasi all'interno del palazzo comunale, e "spentasi" poco tempo dopo il suo insediamento. Il Presidente Lombardo difende a spada tratta il suo sindaco. Chissà se tutto ciò l'avesse fatto un sindaco del PDL , apriti cielo!...anzi, apriti faglia...
Massimo Scuderi