Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Belluno, Veneto - 22 Agosto 2009

Precipita elicottero del Suem: morte 4 persone

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

PIEVE DI CADORE - Sono state recuperate e portate nella sala mortuaria dellospedale Codivilla a Cortina le salme delle quattro persone che erano nellelicottero del Suem di Pieve di Cadore caduto sul Monte Cristallo. Lo conferma Paolo Belodis, del Soccorso Alpino di Cortina d'Ampezzo. «Il magistrato - ha spiegato Belodis - ci ha dato autorizzazione al recupero delle salme visto che nella zona imperversa il maltempo». A trovare i resti dell'elicottero, ha confermato Belodis, un altro velivolo che era in volo per un intervento legato alla caduta di un masso sulla strada provinciale.La dinamica Lelicottero stava intervenendo, verso le 14, per una verifica nella zona di Rio Gere, tra il monte Cristallo e il Faloria, dove si era staccata una frana che aveva invaso un tratto stradale. Durante una manovra, sul versante del Cristallo, eseguita forse in seguito anche al maltempo, il mezzo avrebbe toccato i fili della tensione ed è quindi precipitato. Nella sede del 118 a Pieve si è radunata una piccola folla di amici e conoscenti delle vittime e nelle varie salette limmagine comune è quella del pianto e del dolore. A bordo delleliambulanza, oltre al pilota, cerano un medico e due tecnici. Fabrizio Spaziani, il medico a bordo dellelicottero,
L'area con la frana che aveva determinato l'intervento del Suem (Foto Bellodis-Gaspari- Cappello)
L'area con la frana che aveva determinato l'intervento del Suem (Foto Bellodis-Gaspari- Cappello)
era in servizio da molti anni al 118 dellospedale di Pieve di Cadore. Spaziani aveva partecipato, assieme agli Scoiattoli di Cortina, alla spedizione commemorativa sul K2 per i 50 anni della storica conquista della seconda vetta più alta al mondo. Le altre vittime sono il pilota Dario De Felip e Marco Zago, assistente pilota e membro del soccorso alpino. La quarta vittima è un tecnico del soccorso alpino, Stefano Da Forno. Per Zago, secondo quanto si è appreso, oggi sarebbe stato lultimo giorno di lavoro prima di passare ad altro incarico. I 500 tecnici del Soccorso alpino bellunese hanno espresso tutto il loro dolore e si stringono «alle famiglie dei quattro amici persi oggi nellincidente aereo di Rio Gere». I tecnici - è detto in una nota - «partecipano al cordoglio per la perdita di Dario De Filip, Marco Zago, Fabrizio Spaziani e Stefano Da Forno». Inchieste Intanto, lAgenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (Ansv) ha disposto l invio di un team di investigatori per ricostruire la dinamica ed individuare le cause tecniche dellincidente. E anche la procura di Belluno ha aperto un fascicolo dinchiesta. La zona dove è caduto lelicottero, tra il monte Cristallo e il vicino Faloria, è stata spesso sede di interventi per gli uomini del soccorso alpino e del Suem a favore di alpinisti o escursionisti in difficoltà. Non più tardi di una settimana fa, il giorno di ferragosto, lelicottero del Suem aveva partecipato ad una operazione di soccorso di una famiglia di Matera, con due bambini di nove e sei anni, che era rimasta bloccata lungo la ferrata Dibona proprio sul gruppo Cristallo.

Il servizio del Tg5 a firma di Alessandro Ongarato.

Più visti della settimanaTutti