Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Napoli (Campania) - 28 Gennaio 2018

Piazza Garibaldi: emergenza ma la Municipalità NON risponde

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

In piazza Garibaldi a Napoli, nei pressi della Stazione Centrale, persiste una situazione di degrado che non conosce limiti.
Sono tanti i senza fissa dimora che vengono completamente abbandonati dalle istituzioni e sopravvivono in condizioni di totale indigenza dormendo per terra, espletando i loro bisogni fisiologici dove capita alla vista di tutti; inoltre, si adagiano per terra a dormire anche nel bel mezzo della piazza. Per cui passeggiando in piazza si possono trovare clochards privi di abiti o con indumenti di fortuna o, addirittura, coperti da semplici cartoni a proteggerli dal freddo ed in condizioni di salute precarie. Il tutto accade di fronte ai passanti ed ai numerosi turisti che assistono a scende di miseria non accettabili in una città europea, definita "città Metropolitana". Ma questa è soltanto una delle gravi problematiche da segnalare, perché la piazza è da tempo una sorta di area-discarica poiché sono presenti svariate mini-discariche di spazzatura costituite da residui di rifiuti che vengono accumulati in diversi angoli, talvolta dagli stessi operatori ecologici, e lasciati lì per giorni senza essere prelevati. Si tratta di materiali organici che alle intemperie marciscono generando cattivi odori e pericolose esalazioni. I turisti che escono dalla Stazione di Napoli Centrale sono costretti a compiere degli autentici "slalom" tra i rifiuti nell'imbarazzo generale di chi assiste a tali scene e degli stessi agenti di polizia Municipale, molto spesso presenti nella zona ma impossibilitati ad agire. A tutto ciò si aggiunge l'annosa problematica dell'abusivismo che impazza nel bel mezzo della piazza creando confusione ed affollamento che dà adito a ladruncoli e scippatori di borseggiare cittadini e turisti. La questione è molto complessa ed andrebbe affrontata nel modo giusto. Gli abitanti della zona da molto tempo stanno documentando e segnalando queste problematiche alle autorità competenti ma il solito "scaricabarile" non consente di trovare una soluzione. La Municipalità IV dopo le ultime elezioni ha visto l'avvicendamento di un nuovo presidente di Municipalità che ha dato qualche segnale di presenza e partecipazione ma solo all'inizio, ormai, da mesi pare abbia un po' perso il "bandolo della matassa, e non fornisce risposte nè a chi prova ad interpellare i responsabili nè a coloro che denunciano lo stato dei fatti.