Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Roma (Lazio) - 5 Dicembre 2009

NO B. DAY - Roma 5/12/2009 - L'Onda Viola

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

MANIFESTAZIONE PER CHIEDERE LE DIMISSIONI DI BERLUSCONI DAL GOVERNO.

Internet cambierà il mondo.... L'ho sentito molte volte quando da ragazzino (negli anni 90') vedevo quei servizi scientifici che davano al TG o dossier che facevano in rubriche specializzate, trattate più come delle curiosità che come vere e proprie notizie.

Eppure ora che il 21° secolo è cominciato da quasi un decennio sto vivendo e faccio parte di questo cambiamento.

Cominciato nel 2001 dove grazie alla sua diffusione e agli spazi virtuali messi a disposizione senza alcuna forma di censura e tabù, ha dato modo di emergere ad una comunità LGBT da sempre Tabù ed oggi emancipata più che mai.

Questo grande strumento, che crea reti e connessioni orizzontali per oltre 350 milioni di persone sul pianeta, ha reso obsoleti tecniche comunicative e politiche che hanno retto interi govenri per anni.

E' stata la rivoluzione che ha portato un presidente nero alla casa bianca, l'esplosione di centinaia di migliaia di blogger nei paesi dittatoriali dall'Iran alla Cina, solo pochi anni fà la celebre rivista "TIMES" dedico la copertina ( di solito dedicata alla persona che ha avuto maggior influenza socio politca dell'anno) all'utente generico della rete.

Questo perchè questa tecnologia sta trasformando gli utenti da ricettori passivi a veri e propri neuroni attivi di una rete nervosa sempre più complessa che attraversa oceani e continenti, non importa più la distanza, ma l'interazione

Può un governo pseudo-democratico di tipo berlusconiano sopravvivere a tutto questo???

Nell'ultimo ventennio, Berlusconi ha trasformato l'Italia in una repubblica basata sull'apparenza, ha venduto per anni agli italiani un paese che non c'è. A chi chiede perchè Berlusconi è sempre stato rivotato io rispondo che mister B. vince perchè rappresenta l'Italiano medio.

Non c'è nulla da fare la mentalità dell'Italiano medio è impostata per Defoult su come fregare il prossimo. E Berlusconi ci ha sempre fregati, ha sempre lavorato con questo obiettivo.

Milioni di Italiani lo hanno votato per non pagare tasse che tutti pagano, per ricevere sussidi e favori che non meriterebbero e perchè risparmiare oggi, è meglio che investire nel domani.

Prima o poi il meccanismo doveva incepparsi, se da una parte tiri, dall'altra scopri, ed ecco che ci ritroviamo in un paese con milioni di persone che vedono il resto d'europa come un'obiettivo socio-politico da desiderare, con invidia guardiamo a quei paesi dove i laureati non vivono di call center ma fanno carriera prima del 30 anni, dove i politici non stanno al governo per sfuggire alla giustizia, ma per risolvere i problemi della gente, dove le istituzioni sono efficienti ed economiche e dove l'opinione pubblica si riflette sulle scelte del Governo.

L'Italia tutto questo o non lo ha mai avuto o lo ha perso.

Facebook ha permesso a tutte queste persone di comunicare, e quando le persone comunicano l'intelligenza aumenta, il torpore della pigrizia e dell'inerzia a cui siamo cresciuti ha lasciato spazio alle idee, alle proposizioni. Ed in questo ambente virtuale ma stimolante un gruppo di ragazzi della generazione che più di tutte soffre dalle scelte politiche berlusconiane ha dato vita ad un movimento che in meno di 2 mesi dal virtuale è sceso in piazza, dai bit si è trasformato in persone.

Da quando internet è entrato ed entra sempre più nelle case, le Tv si stanno spegnendo ed il loro torpore svanendo.

L'onda che ha trovato nel viola la sua interfaccia simbolica, è scesa in piazza a Roma, riempiendo una città come mai l'ho vista prima (ed io sono anni che mi faccio manifestazioni a Roma).

La questura parla di 90 mila presenze, ma io ho visto piazza San giovanni che trasbordava, mentre via merulana e piazza del pebbliscito erano ancora affollate, Ho visto la folla riversati sulle strade laterali bloccando il traffico perchè nel percorso stabilito dalla questura non c'entravano, ho visto una partecipazione varia sotto ogni aspetto da quello generazionale a quello sociale, da quello etnico a quello geografico.

IL NO B. DAY è STATA LA PIù GRANDE MANIFESTAZIONE per la libertà e la democrazia mai vista negli ultimi 150 anni.

Mister B. DIMETTITI

ROMA 5/12/2009

eustachio79

VISITA IL MIO CANALE YOUTUBE:

www.youtube.com/eustachio79